"La nuova governance degli enti locali": prosegue il ciclo di eventi formativi dell'Asael :ilSicilia.it
Palermo

In totale sette incontri

“La nuova governance degli enti locali”: prosegue il ciclo di eventi formativi dell’Asael

di
12 Giugno 2019

Prosegue il ciclo di eventi formativi organizzati dall’Asael per i giovani amministratori locali. Sette incontri, in programma da giugno a settembre, andranno a comporre il percorso denominato ‘La nuova governance degli enti locali – Tra politica, amministrazione, economia, diritto ed etica‘.

L’iniziativa, attuata con il dipartimento Autonomie locali della Regione Siciliana e la presidenza del consiglio comunale di Palermo, vede la collaborazione, tra gli altri, dell’Università di Palermo.

Si tratta di una serie di incontri fondamentali per gli amministratori locali – afferma il presidente dell’Asael, Matteo CocchiaraAncora una volta la nostra associazione si conferma all’avanguardia nell’affrontare i temi più urgenti e di attualità per sindaci, assessori e consiglieri comunali che ogni giorno si confrontano con le necessità dei cittadini“.

Il primo modulo è partito oggi 13 giugno, alle 14.30, a Palazzo delle Aquile di Palermo. Dopo i saluti di Cocchiara, gli interventi del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, del presidente del consiglio comunale, Salvatore Orlando, dell’assessore regionale alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, dell’assessore regionale alle Autonomie locali, Bernadette Grasso, e del presidente dell’Associazione siciliana ex parlamentari regionali Rino La Placa. In scaletta, a seguire, l’intervento di Giovanni Scala, docente di Diritto costituzionale all’Università di Palermo, sull’evoluzione del sistema delle autonomie locali e sul regionalismo differenziato.

Il secondo modulo è fissato per le 14.30 del 17 giugno, a Palazzo delle Aquile, sul tema ‘Enti locali in piano di riequilibrio‘.

Terzo appuntamento il 24 giugno, sempre a Palazzo delle Aquile, alle 14.30, sulla programmazione e i bilanci negli enti locali, sulle politiche del personale e sulle procedure di risanamento degli enti locali in dissesto.

Quarto modulo in programma il 27 giugno, sempre a Palazzo delle Aquile, alle 14.30: fari puntati sul sistema di gestione dei rifiuti, sul sistema di elezione degli organi degli enti locali siciliani e sulla rappresentanza di genere.

Quinto incontro il 9 luglio, alle 14.30, presso l’aula Capitò della Scuola Politecnica di viale delle Scienze: al centro del modulo formativo ci sarà la pianificazione territoriale.

Il sesto modulo inaugurerà la seconda parte del corso dedicato agli amministratori locali il 13 settembre: il tema sarà quello dell’autonomia impositiva degli locali e del sistema di riscossione dei tributi. A seguire, nella stessa giornata, l’ultimo incontro sulle novità in materia di trasparenza e anticorruzione per quanto concerne i reati contro la pubblica amministrazione.

L’intero ciclo di seminari verrà concluso l’indomani, 14 settembre, con la tavola rotonda sul tema ‘La necessità di ridefinire con urgenza il rapporto Comuni e Regione nel contesto di una nuova politica per un positivo governo dei territori’.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.