La politica, la storia e l'entusiasmo di zio Emanuele :ilSicilia.it

il ricordo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

di
19 Gennaio 2021

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità.

Oggi è il giorno del dolore e del ricordo di un Maestro, di una guida che possiamo paragonare a Virgilio che guidò Dante ad uscire dalla “selva oscura”. Egli, infatti, ci ha guidato in tutti questi anni per uscire da una “selva” , da una società in cui prevale l’ingiustizia, l’egoismo, la violenza e ci ha insegnato come affermare i valori della libertà e della democrazia.

Molti commentatori nel ricordarlo parleranno giustamente di personalità storica perché, infatti, storica è stata la sua battaglia contro la mafia, storico il suo impegno per il riscatto della Sicilia, storico il suo ruolo di dirigente politico nel Partito Comunista e dopo il suo scioglimento per costruire una forza politica che unificasse la storia del socialismo italiano ed europeo. Per tutti noi che lo abbiamo conosciuto era e sarà sempre lo “zio Manuele”, secondo il costume proprio di noi siciliani che chiamiamo così chi suscita rispetto, ammirazione e amore.

Faremo di tutto per ricordare ai meno giovani la sua storia e per farla conoscere alle nuove generazioni perché attraverso la storia di Emanuele Macaluso possano riscoprire il valore della politica, la passione e l’entusiasmo che crea quando la si esercita con disinteresse, serietà e rigore come lo zio Manuele ha fatto fino a pochi giorni prima di lasciarci. Egli ci ha insegnato di stare lontano dalla demagogia inconcludente, seppur camuffata da slogan efficaci e dalla facile retorica, come bisogna stare lontano dall’opportunismo di chi pensa che si debba vivere come il giunco che si cala quando passa la piena, per lo zio Manuele due facce della stessa medaglia. In ogni momento della battaglia politica, come nella vita, egli ci ha insegnato di usare la ragione, la razionalità che egli riusciva benissimo a coniugare con la passione. Dalle moltissime telefonate ricevute tutti ripetono che con la sua scomparsa si chiude un epoca con una vena di rimpianto e di rassegnazione. Noi speriamo al contrario che i suoi insegnamenti e il suo ricordo possano aiutarci per far nascere una nuova epoca fondata sugli ideali e i valori per cui lo Zio Manuele ha lottato e si è impegnato fino alla fine.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin