La Polizia di Stato ricerca 120 nuovi commissari, ecco come partecipare :ilSicilia.it

DOMANDE ENTRO IL 2 GENNAIO 2020

La Polizia di Stato ricerca 120 nuovi commissari, ecco come partecipare

di
13 Dicembre 2019

La polizia di stato ricerca 120 nuovi commissari.

A darne notizia è la Gazzetta Ufficiale, che ha pubblicato il bando valevole per il 2020. Rispetto allo scorso anno, si registra un’aumento di 40 unità, il che corrisponde a maggiori opportunità per i partecipanti.

Per tutti gli interessati, le domande dovranno essere presentate sul sito della polizia di stato, al seguente link, entro e non oltre il 2 gennaio 2020. Il candidato potrà accedere al concorso attraverso le proprie credenziali digitali (SPID), immettendo le relative credenziali o i dati della propria carta d’identità elettronica (CIE).

LE POSIZIONI APERTE

Le posizioni aperte sono così suddivise:

  • 12 posti per gli Ispettori in servizio presso la Polizia di Stato;
  • 12 posti al personale della Polizia di Stato con anzianità di servizio di almeno 5 anni;
  • 3 posti a coloro che sono in possesso dell’attestato di bilinguismo;
  • 20 posti al coniuge e ai figli superstiti, oppure ai parenti in linea collaterale di secondo grado (qualora unici superstiti), del personale deceduto in servizio o per causa di servizio appartenente alle Forze Armate o di Polizia;
  • 2 posti agli Ufficiali che hanno terminato – senza demerito – la ferma biennale;
  • 2 posti a coloro che hanno conseguito il diploma di Maturità presso il centro studi di Fermo.

I REQUISITI

Con riguardo ai requisiti, i candidati dovranno essere in possesso della cittadinanza italiana; della maggiore età; del godimento dei diritti civili,del possesso delle qualità morali e di condotta, nonché dell’idoneità psico-fisica. Oltre a tali caratteristiche, i candidati dovranno essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • laurea magistrale in giurisprudenza (LMG/01);
  • laurea magistrale in scienze dell’economia (LM-56);
  • laurea magistrale in scienze della politica (LM-62);
  • laurea magistrale in scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63);
  • laurea magistrale in scienze economico-aziendali (LM-77);
  • laurea specialistica in giurisprudenza;
  • laurea specialistica in scienze dell’economia;
  • laurea specialistica in scienze della politica (70/S);
  • laurea specialistica in scienze delle pubbliche amministrazioni (71/S);
  • laurea specialistica in scienze economico-aziendali (84/S);
  • laurea specialistica in teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S).

L’ESAME

L’esame si svolgerà in varie fasi. Se il numero di candidati dovesse superare quota seimila, la selezione prevederà lo svolgimento di un pre-esame, consistente in un questionario a risposta multipla su diritto penale, diritto processuale penale, diritto civile, diritto costituzionale e diritto amministrativo.

Chi supererà questa prova, qualora prevista, avrà accesso all’esame vero e proprio consistente in due prove scritte della durata di 8 ore. La prima relativa ad elementi di diritto costituzionale legati al diritto amministrativo, mentre la seconda verterà su elementi di diritto penale e di diritto processuale penale. La prova sarà ritenuta superata se il candidato conseguirà un punteggio medio uguale o inferiore a 21/30, con almeno 18/30 nelle singole prove.

Valicato l’esame scritto, si entrerà nella prova orale, che verterà sui seguenti temi:

  • diritto civile;
  • diritto del lavoro;
  • diritto della navigazione;
  • ordinamento dell’amministrazione della pubblica sicurezza;
  • nozioni di medicina legale;
  • nozioni di diritto dell’Unione europea e di diritto internazionale;
    informatica;
  • una lingua straniera tra inglese, francese, spagnolo e tedesco.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin