La profezia di Giorgia Meloni: "Renzi un bluff, Italia Viva non avrà lunga vita" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

dal palco di Muovititalia a Catania

La profezia di Giorgia Meloni: “Renzi un bluff, Italia Viva non avrà lunga vita”

9 Novembre 2019

“Io penso che il bluff di Renzi si scoprirà appena gli italiani potranno votare perché funziona fin quando se ne parla sui grandi quotidiani, sui media, finché il gioco si mantiene in Parlamento. Ad occhio difficilmente Italia Viva avrà una lunga vita, e non mi pare abbia questo grande consenso tra gli italiani”. Lo ha affermato la leader di Fdi, Giorgia Meloni, a margine dei lavori di MuovitItalia a Catania.

La Meloni si è poi soffermata sulla legge elettorale e sulle proposte di modifica. “Non sono per un sistema proporzionale che fa vincere i giochi di palazzo che sono la tomba della democrazia.
Sono per un sistema maggioritario nel quale ogni partito si vincola sia alle alleanze che dichiara, sia ai contenuti che dichiara in campagna elettorale. E’ l’unico modo per fare contare i voti dei cittadini, altrimenti questi ultimi non contano niente”.

Quindi, uno sguardo alla politica siciliana: “Il ruolo di Fratelli d’Italia nella coalizione di Centrodestra è – anche in Sicilia – quello del secondo partito della coalizione. Lo faremo valere su tutto il territorio nazionale, ma con uno spirito collaborativo da coalizione. E’ chiaro che giochiamo per vincere, ma non ho mai anteposto l’egoismo di partito – come delle volte vedo fare – all’interesse collettivo”.

Infine, la leader di Fratelli d’Italia è intervenuta sulla crisi dell’ex Ilva di Taranto. “Per primi noi di Fratelli d’Italia abbiamo depositato un emendamento su Ilva per ripristinare lo scudo ad ArcelorMittal pero’ credo che in qualche maniera non ci fosse una grande volonta’ da parte dell’azienda di rimanere in Ilva. Quindi l’avere paventato il ritiro dello scudo forse ha rappresentato da parte del Governo un grande passo falso ad ulteriore dimostrazione che dello Stato italiano non ci si puo’ fidare. Penso che sia necessario fare tutto il possibile per scongiurare che 20 mila lavoratori rischino il posto di lavoro e investire su di un serio progetto di bonifica dell’area”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.