15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31

la trovata è del parlamentare Francesco d'uva

La proposta del capogruppo 5 Stelle: pannolini lavabili e coppette mestruali al posto degli assorbenti

18 Maggio 2019

Mancano pochi giorni al voto del 26 maggio e dal Movimento 5 Stelle , se si eccentuano insulti quotidiani al suo alleato di governo Matteo Salvini e alla Lega, non pare arrivino particolari proposte da sottoporre al giudizio degli elettori. E quelle che arrivano sembrano in certi casi più trovate di cattivo gusto che altro.

Come l’idea avanzata dal capogruppo grillino alla Camera dei Deputati, il messinese Francesco d’Uva, di sostituire gli assorbenti con non meglio precisate coppette mestruali o con pannolini lavabili.

Sì, purtroppo tutto è tristemente vero: la proposta shock è arrivata nel corso di una puntata del programma Omnibus su La7 e ha lasciato conduttrice e spettatori interdetti, se non sconcertati

«Noi siamo anche per l’ambiente – ha detto il deputato 5 Stelle convinto del fatto suo – non siamo a favore degli assorbenti usa e getta. Ci sono delle possibilità non inquinanti, come le coppette mestruali e i pannolini lavabili».

La giornalista Gaia Tortora stentava a credere che quanto affermato dal capogruppo del Movimento 5 Stelle fosse una cosa seria e ha tagliato corto: «No, vabbè, ma ci fate tornare ai pannolini lavabili? Grazie, lasci perdere»

Più tardi, su facebook, il parlamentare cercando di mettere una pezza ha provato a precisare la propria posizione, ma la sostanza era la stessa: “Per il MoVimento la questione ambientale sta al primo posto. E’ questo il motivo per cui ho voluto ricordare che esistono prodotti alternativi all’usa e getta non riciclabile. Ma mai avrei voluto mancare di rispetto a qualcuno”. 

Intanto per molte donne lo ha fatto…

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.