La ripartenza del turismo in Sicilia tra speranze e restrizioni :ilSicilia.it

Come ci si prepara

La ripartenza del turismo in Sicilia tra speranze e restrizioni

di
15 Maggio 2021

Molto presto la Sicilia sarà pronta ad accogliere una folla di milioni di turisti in vista della zona gialla, applicando tutti i protocolli di sicurezza e mettendo al sicuro la popolazione isolana.

È la ripartenza post pandemia: porti che vedranno attraccare centinaia di navi da crociera, gli aeroporti si preparano a gestire gli scali, poi ci sono gli alberghi, gli hotel di lusso le e case vacanze già prossimi all’aperura per ospitare i vacanzieri, italiani e stranieri. E l’inizio della stagione estiva è fissata per il primo luglio, una speranza per gli operatori economici del settore turistico di recuperare almeno in parte il fatturato perso nel 2020.

La Sicilia potrà riprendere il suo percorso per affrontare la stagione turistica del 2021 che ha già perso mesi importanti, come aprile e maggio, e che con il supporto delle vaccinazioni potrebbe auspicare un possibile prolungamento della stagione.

E come ha detto Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale, “il Sud deve essere protagonista per la ripresa del turismo. Fuori dal tunnel del Covid, ora possiamo tornare a far valere la nostra bellezza e la nostra storica vocazione all’ospitalità”

L’emergenza epidemiologica da Coronavirus ha certamente messo in ginocchio il comparto, ma la Regione Siciliana è pronta a ripartire, con un piano triennale di sviluppo, già approvato in Commissione Cultura dell’Ars, che si configura come strumento essenziale per il rilancio del turismo in Sicilia, volano economico e strategico  per l’Isola.

Recentemente sono stati riaperti i termini per aderire a SeeSicily, il progetto di promozione turistica con cui il governo regionale sostiene gli operatori del settore attraverso l’acquisto di un pacchetto di servizi per chi arriva nell’Isola, compreso quello del pernottamento che prevede una notte gratis ogni 3 di soggiorno. La dotazione economica ancora disponibile ammonta a 23 milioni di euro, provenienti dal Po Fesr 2014-2020, con cui la Regione potrà acquistare da ciascuna attività ricettiva servizi turistici di pernottamento per un importo massimo di 200 mila euro, che saranno poi messi gratuitamente a disposizione dei turisti attraverso appositi voucher. L’obiettivo è promuovere l’immagine della Sicilia con l’auspicio di incentivare il flusso turistico nell’Isola, soprattutto in questo periodo che vede l’arrivo dell’estate.

Geraci Siculo_ombrelli_borghiL’intenzione è anche quella di puntare sui borghi. La Sicilia è reduce del grande successo del voto popolare che Geraci Siculo, sulle Madonie, ha riscosso in occasione del concorso ‘Il Borgo dei Borghi’, importante il sostegno dato dall‘Assessorato al Turismo alla campagna di promozione.

Le iniziative puntano a costituire reti a supporto di queste destinazioni turistiche, veri e propri tesori ambientali, culturali ed enogastronomici. Perché la Sicilia non è solo mare e sole, ma anche cibo, arte, storia, templi greci e cattedrali, tradizione delle feste patronali, che rendo l’Isola meta di elezione del turismo più variegato per l’alta vocazione alla cultura dell’ospitalità.

Anche, e soprattutto, gli arcipelaghi minori dell’Isola madre si preparano alla prossima bella stagione, ed il progetto per rendere le isole Covid free, attraverso l’immunizzazione generalizzata, incalza senza sosta  per ridare prezioso ossigeno all’economia siciliana, soprattutto per quei territori che vivono prettamente di turismo, considerate le specificità naturalistiche e culturali. Perché la questione virus free per le isole minori non è solo di natura turistica, ma prima ancora di sicurezza sanitaria.

A Salina, nelle Eolie, si è conclusa la prima parte della vaccinazione. Nel frattempo si prosegue l’inoculazione nelle altre isole minori dell’arcipelago eoliano: Alicudi e Filicudi, Panarea, Stromboli e GinostraVulcano e Lipari. Anche nelle isole di Lampedusa e Linosa è già avviata la campagna di vaccinazione per tutti gli abitanti, che proseguirà nei prossimi giorni nelle restanti isole minori per concludersi con Ustica e Pantelleria.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin