La riserva naturale di Torre Salsa è invasa da relitti di barche | VIDEO :ilSicilia.it
Agrigento

La denuncia di Mareamico Agrigento

La riserva naturale di Torre Salsa è invasa da relitti di barche | VIDEO

di
13 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“La più bella spiaggia della riserva naturale di Torre Salsa è invasa da relitti di barche, che hanno trasportato i migranti. Invece che essere riutilizzate come richiesto al Governo, vengono abbandonate in spiaggia e restano lì a inquinare questi luoghi per anni. Poi, quando il mare le distrugge e disperde ovunque i rifiuti e i lubrificanti, l’ufficio delle Dogane le rottama, con costi elevatissimi, a carico dello Stato”.

A denunciarlo è l’associazione Mareamico di Agrigento, che su Facebook ha postato il video della situazione della spiaggia di “fungiteddri“.

La riserva naturale orientata Torre Salsa è un’area naturale protetta situata nel comune di Siculiana, in provincia di Agrigento.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin