La Sicilia al Lido di Venezia: Maresco in concorso, i giovani registi alle Giornate degli Autori :ilSicilia.it

al via la 76esima Mostra del Cinema

La Sicilia al Lido di Venezia: Maresco in concorso, i giovani registi alle Giornate degli Autori

27 Agosto 2019

Manca poco all’inizio della 76esima Mostra del Cinema di Venezia che, dal 28 agosto al 7 settembre, vedrà al Lido la presenza di registi e attori a presentare le prossime uscite in sala.

L’Italia, nelle varie sezioni, è ben rappresentata e anche la Sicilia sarà presente in più di un ambito, a cominciare dai film in concorso.

Sarà Franco Maresco, con il suo docufilm “La mafia non è più quella di una volta” in programma venerdì 6 settembre, a concorrere con una lettura grottesca della Sicilia, scritta in un bianco e nero accecante come al solito, a venticinque anni dalle stragi di Falcone e Borsellino.

Franco Maresco
La mafia non è più quella di una volta

Nel suo unico e tagliente stile racconterà, su binari paralleli, la passione civile della fotografa ottantenne Letizia Battaglia, che con i suoi scatti ha raccontato tutti i delitti mafiosi, e la controversa figura di Ciccio Mira, impresario di piazza già protagonista di “Belluscone” che torna sulla scena, in quel limbo che mal distingue realtà dalla finzione, ad occuparsi del concerto dei “Neomelodici per Falcone e Borsellino“.

All’interno, invece, delle Giornate degli Autori si svolgerà, giovedì 5 settembre dalle ore 21,30, l’incontro “Sicilia Doc Night”, che segna l’inizio di una collaborazione tra il corso triennale di Regia del Documentario della Scuola Nazionale di Cinema, diretto a Palermo da Costanza Quatriglio, la Sicilia Film Commission e la sezione veneziana sopracitata.

Si alterneranno proiezioni e testimonianze di allievi, ex allievi, registi e professionisti del cinema che lavorano ogni giorno affinché la Scuola sia un luogo di sperimentazione di linguaggi e approcci differenti, di sguardi plurali sul mondo e sulla contemporaneità.

Saranno presentati, inoltre, i trailer dei film di diploma degli allievi Silvia Miola, Andrea Vallero e Camilla Iannetti e le esercitazioni di secondo e primo anno di corso, degli allievi Filippo Foscarini e Beatrice Perego; non ultima la Ginko Film, società di produzione fondata dagli ex allievi del CSC di Palermo Chiara Andrich, Andrea Mura e Giovanni Pellegrini.

All’incontro saranno presenti, tra gli altri, l’Assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Manlio Messina, il Dirigente Generale del Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Lucia Di Fatta, il Direttore della Sicilia Film Commission Alessandro Rais, il Direttore della Sede Sicilia del CSC Ivan Scinardo e alcuni dei docenti.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona