La Sicilia tra magia e Inquisizione, se ne parla su Rai Storia :ilSicilia.it

Il programma andrà in onda giovedì 27 luglio

La Sicilia tra magia e Inquisizione, se ne parla su Rai Storia

di
26 Luglio 2017

Migliaia di condannati rinchiusi al buio, con poco cibo, laceri: accusati di eresia, negromanzia e stregoneria. Sono i prigionieri dell’Inquisizione spagnola, che hanno lasciato le loro storie sui muri delle carceri del Segreto, a Palazzo Steri a Palermo.

L’Inquisizione spagnola in Sicilia è durata tre secoli, dal 1492 fino al 1782, ma di quel periodo si è saputo molto poco fino agli inizi del Novecento, a causa della decisione di dar fuoco agli archivi del Sant’uffizio, presa dal vicerè  Domenico Caracciolo.

Solo la scoperta casuale dei graffiti, ha permesso di studiare quel periodo buio. Secoli ripercorsi da Michela Ponzani con la professoressa Vittoria Fiorelli a “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura in onda, giovedì 27 luglio, alle 20.30 su Rai Storia.

I detenuti sono sottoposti alla tortura della corda e processati pubblicamente nelle cerimonie di Autodafe’. I disegni, i motti e le poesie delle migliaia di prigionieri delle carceri del Segreto siciliane sono una testimonianza storica unica al mondo.

Un percorso ricostruito grazie alle interviste degli studiosi siciliani: il rettore dell’Università  di Palermo, Fabrizio Micari che racconta dell’incredibile scoperta dei graffiti, avvenuta casualmente per opera dall’antropologo Giuseppe Pitre’ nel 1906 e di altri disegni scoperti da Leonardo Sciascia nel 1964; la professoressa Giovanna Fiume studiosa del significato dei graffiti e disegni e degli archivi del Sant’Uffizio di Madrid; don Giovanni Vitale, vicedirettore dell’archivio vescovile di Monreale, che mostra le carte processuali dei prigionieri accusati di stregoneria; Filippo Guttuso, dirigente del Servizio Spazi Etnoantropologici del Museo Giuseppe Pitrè, che spiega il significato e l’uso di alcuni oggetti “magico-religiosi” capaci di raccontare la memoria di un’isola, crocevia di molte culture.

(Foto Ansa – Riproduzione riservata)

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin