"La terra incontra il mare": da Palermo a San Vito Lo Capo protagonisti i prodotti del territorio :ilSicilia.it

Dal 22 al 29 settembre

“La terra incontra il mare”: da Palermo a San Vito Lo Capo protagonisti i prodotti del territorio

16 Settembre 2019

Da Palermo a San Vito Lo Capo, passando per Ustica, Capo gallo, isola delle Femmine, e le isole Egadi: è l’itinerario in programma per l’imbarcazione a vela protagonista della seconda edizione dell’iniziativa “La Terra Incontra il Mare” nel Mediterraneo.

Salpando da Palermo domenica 22 settembre, la barca a vela toccherà alcune delle splendide località marinare siciliane fino a domenica 29 settembre, rendendosi protagonista e promotrice delle eccellenze agroalimentari del Mediterraneo, attraverso presentazioni e degustazioni, per mare e per terra, di prodotti appositamente selezionati.

Protagonisti della manifestazione, i prodotti del territorio, quali l’olio EVO dei Premiati Oleifici Barbera, i formaggi Zappalà, il tonno Coalma, la bottarga di tonno Mare Puro, il pane Pandittaino, le conserve di pomodoro Gustibus e i vini della tenuta biologica Chiarelli.

La Terra incontra il Mare”, con un programma articolato che include anche una speciale iniziativa al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, è un progetto ideato da Manfredi Barbera, Amministratore Unico dei Premiati Oleifici Barbera e organizzato da Atmosfere Siciliane, la start up dell’azienda che si occupa di valorizzazione del patrimonio agroalimentare siciliano, con la collaborazione della Federazione Italiana Cuochi.

Promotore d’eccellenza è il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea, istituito presso l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea che, tra le diverse competenze, ha anche la riorganizzazione e lo sviluppo della rete di distribuzione e di conservazione dei prodotti del mare, il miglioramento dell’immagine del prodotto siciliano, con la sua tutela e marchiatura, nonché gli interventi per la valorizzazione e la diffusione del pescato siciliano.

I Premiati Oleifici Barbera, con sede a Palermo e stabilimenti in tutta l’isola, nascono da una storia imprenditoriale di famiglia, che attraverso tre secoli e cinque generazioni ha saputo interpretare in chiave moderna la cultura millenaria della coltivazione dell’olivo in Sicilia, commercializzando per primi l’olio extra vergine di oliva in bottiglia di vetro e poi mettendo a punto l’olio non filtrato, totalmente naturale, fino ad arrivare all’internazionalizzazione che li vede presenti in oltre 30 paesi di 5 continenti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.