#LabasItala: il murales che unisce la Lituania alla Sicilia | FOTO :ilSicilia.it
Messina

Progetto internazionale sviluppato a Itala

#LabasItala: il murales che unisce la Lituania alla Sicilia | FOTO

di
3 Agosto 2020

Guarda la gallery in alto

Un uomo e una donna si incontrano a Itala per dar vita a un legame che sfida le distanze, il tempo e la logica.

E’ stato inaugurato il primo murale prodotto e commissionato dal Lithuanian Culture Institute, nato in risposta al lungo periodo di lockdown.

L’artista Eglè Narbutaitè ha creato #LabasItala nel piccolo borgo siciliano in provincia di Messina.

Il progetto

I tempi di pandemia, la chiusura di musei, gallerie e teatri ci ha confermato l’importanza dell’arte pubblica”, ha dichiarato Laura Gabrielaitytė -Kazulėnienė rappresentante del Lithuanian Culture Institute in Italia.

“In Europa, durante i giorni di lockdown, l’arte pubblica è stata una delle poche forme di cultura accessibili. Ne sono un chiaro esempio proprio i murales“.

“Una riflessione che ci ha mostrato una nuova direzione spingendoci a coinvolgere di più gli street artists e cercando di reagire vivendo questo momento come un’occasione – prosegue -, come suggerisce anche Simona Crisafulli, proprietaria del palazzo che ospita l’opera che sarà trasformato in un centro culturale e didattico per ragazzi, a Itala, piccolo paese in Sicilia”.

Eglè Narbutaitè, illustratrice e street artist, è stata scelta per i progetti site specific legati e ispirati dalla comunità che li ospita.

L’opera

“Il mio obiettivo era quello di unire due culture – racconta l’artista -. Ho scelto due alberi simbolici, uno lituano e uno siciliano, il melo e l’ulivo. Questi, nel murales, crescono da due persone che si appoggiano con le teste una contro l’altra e riposano come in uno stato di pace e tranquillità”.

L’ obiettivo dell’artista è trasmettere l’idea di unione di due mondi differenti. Nella calma e positività rappresentata, simboli delle due differenti culture si intrecciano creando un legame destinato a crescere.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.