L'amore di Tusa per Ustica e il suo mare :ilSicilia.it
Palermo

Era presidente Accademia di scienze subacquee e 'Tridente d'oro'

L’amore di Tusa per Ustica e il suo mare

11 Marzo 2019

Il suo amore per i fondali marini e quello per l’archeologia era riuscito a coniugarli nella sua attività di Soprintendente del mare. Anche per questo motivo Sebastiano Tusa, l’assessore regionale ai Beni Culturali morto nel disastro aereo di ieri in Etiopia, era particolarmente legato all’isola di Ustica. Tanto che dal 17 giugno scorso annoverava con grande piacere, tra i suoi innumerevoli impegni, la presidenza dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee fondata da Lucio Messina.

L’istituzione riunisce le persone insignite ogni anno del Tridente d’Oro, il “Nobel del Mare” che, sin dal 1960, – anno in cui vennero premiati a Ustica, durante la seconda Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee, anche Folco Quilici e Walt Disney – riconosce tutti coloro che valorizzano nel mondo, in diversi modi, la risorsa “mare”. Anche Sebastiano Tusa era un Tridente d’Oro, sin dal 2005, per le sue preziose ricerche di archeologia marina. Insieme a personaggi come l’esploratore Jacques-Ives Cousteau, gli apneisti Enzo Maiorca e Jacques Majol, l’astronauta e sub Scott Carpenter.

Sebastiano Tusa, amante del mare e delle isole, è stato docente di archeologia marina e primo Sovrintendente del mare della Regione Siciliana, istituto da lui sognato e creato. La sua Sovrintendenza del mare è fondamentale nel campo della valorizzazione e della ricerca sui nostri mari e le nostre coste.

Non è un caso che per anni, la Soprintendenza insieme all’Accademia, abbia curato la Rassegna internazionale per le attività subacquee di Ustica. La 60ª edizione, che si svolgerà quest’anno dal 2 al 7 luglio e alla quale Sebastiano Tusa stava lavorando con il suo consueto entusiasmo, sarà intitolata alla memoria dell’archeologo marino.

E sempre nell’isola davanti al mare palermitano, Tusa è stato tra i principali sostenitori del Festival Ustica Villaggio Letterario.

 

LEGGI ANCHE:

Tragico incidente: aereo diretto in Kenya si schianta, morto l’assessore Tusa

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.