L'appello di un pentito a Mattarella: "Ho fatto arrestare Bagarella, se esce sono un uomo morto" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

INTERVISTATO DA "IL FATTO QUOTIDIANO"

L’appello di un pentito a Mattarella: “Ho fatto arrestare Bagarella, se esce sono un uomo morto” | VIDEO

di
21 Novembre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Il pentito Pasquale Di Filippo, collaboratore di giustizia da 25 anni, considerato molto attendibile dai magistrati, lancia un appello tramite le colonne de Il Fatto Quotidiano. In un’intervista pubblicata ieri da Marco Lillo, il pentito di mafia dice la sua sull’ergastolo “ostativo” e i permessi premio anche ai mafiosi al 41bis, come da sentenza della CEDU (la Corte Europei dei diritti dell’uomo).

Ho fatto arrestare Bagarella e ora ho paura. Se esce sono un uomo morto – dice Di Filippo – Ma cosa ne sa Strasburgo della mafia? Strasburgo si è documentata su queste persone? Come fa uno che ha ammazzato Falcone e Borsellino e i bambini a essersi rieducato? I giudici di Strasburgo non hanno avuto rispetto dei morti: di Falcone, di Borsellino, dei bambini. Non hanno avuto rispetto di niente. Come fanno loro a dire che Bagarella è rieducabile. Si rieduca Bagarella?“. 

E ancora: “Io ho perso la mia terra. Io sogno di tornare a Palermo a respirare un limone e Strasburgo vuole far tornare a Palermo uno come Bagarella a respirare la sua aria? Io sono sicuro che se il presidente Sergio Mattarella fosse stato lì non avrebbe mai firmato una sentenza del genere. Il presidente è palermitano, sa cos’è la mafia perché gli ha ucciso il fratello. Io gli chiedo di non fare mai passare questa legge”.

Il giornale diretto da Marco Travaglio ha lanciato una petizione su Change.org, per dire “no ai permessi premio per i boss stragisti che non collaborano”. Finora sono state raccolte oltre 100mila firme.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.