"L'Ars medica in oncologia". Da domani il confronto nazionale in Sicilia :ilSicilia.it
Palermo

Cipomo, il congresso con varie tappe in Sicilia, dal 4 al 6 maggio

“L’Ars medica in oncologia”. Da domani il confronto nazionale in Sicilia

di
3 Maggio 2017
Cipomo oncologiaUna tre giorni dedicata all’Oncologia Medicadal 4 al 6 maggio, con varie tappe in Sicilia. Si tratta del XXI Congresso Nazionale Cipomo, un viaggio per capire l’evoluzione dell’Oncologia Medica.

«Trasformeremo lo spazio del congresso in una vera e propria Agorà, un luogo – spiegano gli organizzatori del convegno Livio Blasi, Paolo Tralongo e Maurizio Tomirotti dove raccogliere la sfida del confronto, nella piena realizzazione della nostra mission di Primari Oncologi che, al di là delle pur irrinunciabili valenze gestionali, deve restare in primo luogo quella di operare secondo i capisaldi di un’ars medica che sappia coniugare evidenze scientifiche e relazione di cura. Ne parliamo spesso. Più raramente ci fermiamo a riflettere per capire a che punto è il nostro progredire su questo percorso. Il cardine del confronto sarà la centralità del paziente: non ha senso parlare di protocolli terapeutici senza inserirli nella più ampia e pregnante visione di una gestione a tutto tondo del malato e della sua famiglia, secondo una logica di accoglienza e di risposta ai bisogni che fa parte del Dna del nostro Collegio». 

 

«È necessario oggi più che mai ripartire dalla clinica per mettere in campo tutte le risorse umane e professionali in grado di organizzare strutture e percorsi multidisciplinari all’interno di reti oncologiche. Le reti sono e saranno l’unico strumento atto a garantire a tutti, con competenza e ottimizzazione delle risorse, l’accesso alle cure migliori anche negli anni a venire. Ma non basta: se davvero vogliamo raccogliere la sfida di percorsi di cura value based è necessario e urgente ritornare alle radici della nostra professione a volte oggi mortificata da una conduzione eccessivamente burocratica e contabile dei nostri reparti. L’arte medica è altro da un mero esercizio di costi e ricavi: significa esercitare la propria missione di cura quale punto di riferimento per ogni paziente, significa cogliere la complessità di contesti clinici sempre più articolati, significa definire percorsi razionali e umanizzati per le cure di oggi e di domani, significa non abdicare alla nostra funzione di protagonisti nelle scelte di razionalizzazione delle risorse. È in questo contesto che si inserisce il tema dell’appropriatezza prescrittiva di farmaci vecchi e nuovi, a bersaglio molecolare o immunoterapici, fondata su efficacia e tollerabilità ma anche sulla pianificazione ad personam della miglior strategia di cura. È così  – concludono -che i protocolli e le Reti potranno essere strumenti preziosi per la cura del malato e per il governo delle risorse, garantendo al contempo una risposta, dove occorra diversificata, a valenze cliniche e sociali sempre più complesse».

 

Scarica il programma completo QUI

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin