L'Ars proroga la stabilizzazione dei Pip e dei precari dei Comuni in dissesto :ilSicilia.it

Tutto rinviato al 2019

L’Ars proroga la stabilizzazione dei Pip e dei precari dei Comuni in dissesto

di
7 Dicembre 2018

Alla fine l’Assemblea regionale siciliana ha deciso di intraprendere la strada della prudenza per raggiungere la meta della stabilizzazione dei 2.008 lavoratori ex Pip del bacino “Emergenza Palermo”, prorogando i termini per il passaggio alla Resais, la società partecipata dalla Regione Siciliana, al primo luglio 2019.

L’Ars ha prorogato anche il termine per la stabilizzazione dei precari dei Comuni in dissesto economico-finanziario, previsto sempre per la fine del 2018. Quest’ultimi avranno tempo fino al 2019.

Gli ex Pip avrebbero dovuto decidere se passare alla Resais entro il 31 dicembre prossimo, ma gli ostacoli sono stati ritenuti dai deputati troppo pericolosi. Sulla norma, infatti, pende il giudizio di legittimità della Corte costituzionale che potrebbe annullare i nuovi contratti di assunzione e addirittura espellere i lavoratori fuori dal bacino in cui si trovano, facendo perdere loro anche il diritto al sussidio. Per questo, secondo i parlamentari, è meglio aspettare, per conoscere il giudizio dei giudici e quindi agire di conseguenza.

Una soluzione di buon senso che però non piace agli ex Pip e alle organizzazioni sindacali, che in questi giorni hanno protestato chiedendo a gran voce l’applicazione della legge: “la politica deve assumersi le proprie responsabilità”, hanno gridato nei sit-in e nei cortei. Se su questo punto le aspettative sono state disattese, i lavoratori possono ritenersi soddisfatti per quanto riguarda le garanzie richieste sul pagamento delle indennità di novembre e dicembre. E’ stato, infatti, approvato l’emendamento che integra il fondo a loro dedicato con altri 5.5 milioni di euro.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin