Lavoro, i sindacati a Musumeci: "Prudenza sulla riduzione dello smart working" :ilSicilia.it

La nota di Cgil, Cisl e Uil

Lavoro, i sindacati a Musumeci: “Prudenza sulla riduzione dello smart working”

di e
18 Giugno 2020

“Serve massima attenzione nel gestire i rientri nei luoghi di lavoro perché, sebbene i dati sulla pandemia da Covid-19 mostrino un rallentamento, l’emergenza sanitaria non è stata affatto superata”. Questa è la posizione dei segretari generale di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl Sicilia, Gaetano Agliozzo, Paolo Montera ed Enzo Tango, una volta appresa la notizia di una lettera che il governatore Nello Musumeci, avrebbe inviato all’assessore regionale alla Funzione pubblica Bernardette Grasso per dire “basta” alle forme di lavoro agile attivate durante il lock down.

“Prima di pensare alla riduzione progressiva della percentuale di dipendenti regionali in smart working, il governo Musumeci dovrebbe confrontarsi con le organizzazioni sindacali per definire adeguati protocolli di sicurezza, in linea con quanto sta accadendo a livello nazionale”. Del resto, hanno sottolineato i rappresentanti sindacali, il lavoro a distanza non e’ sinonimo di vacanza e lo dimostra il fatto che molte aziende pubbliche e private, sfruttando questa modalità, hanno ottenuto risultati di maggiore efficienza.

E’ la logica del risultato la chiave di volta una Pubblica Amministrazione più  efficiente e capace di trainare l’economia.”Spostare l’attenzione dal controllo della presenza a quello del lavoro effettuato è un cambiamento culturale che dobbiamo soprattutto ai cittadini che in questo particolare momento storico meritano servizi efficienti”, continuano i sindacalisti.

Fare insomma tesoro del patrimonio di esperienze acquisito in queste settimane e valorizzare i risultati finora ottenuti, come ha suggerito la ministra della Pubblica amministrazione Fabiana Dadone.

Tra le cose da fare – specificano Agliozzo, Montera e Tango- urge rivedere tutti i processi, individuare obiettivi reali per le performance organizzative e individuali, dedicare maggiore attenzione alla salute e alla sicurezza del lavoro, nonché incrementare l’alfabetizzazione informatica e investire su un’adeguata formazione per la dirigenza e il comparto, tendente a ridisegnare gli uffici riducendo anche i costi. Insomma –  “è tempo di ripartire dalle fondamenta della pubblica amministrazione regionale anziché proseguire in una sterile caccia alle streghe”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26