Lavoro, il Tribunale di Palermo propone a Glovo di assumere rider in sede di conciliazione :ilSicilia.it

Era stato licenziato

Lavoro, il Tribunale di Palermo propone a Glovo di assumere rider in sede di conciliazione

di
26 Ottobre 2020

Per la prima volta in Italia un Tribunale, durante la causa del licenziamento di un Rider, ha proposto all’azienda in fase di conciliazione di chiudere la vertenza con l’assunzione a tempo indeterminato. “Non e’ ancora una sentenza – riferisce la Cgil, che da’ notizia del fatto -, ma se sara’ accettata la multinazionale Glovo dovra’ assumere il fattorino con rapporto di lavoro subordinato, a tempo pieno e con il contratto nazionale della logistica“.

L’udienza, in corso davanti al Tribunale di Palermo, è stata aperta venerdì. Il rider, spiega il sindacato, a marzo era stato ‘licenziato‘ dalla piattaforma spagnola. Dopo un’intervista a una tv locale, il fattorino, rappresentate sindacale, molto attivo nelle consegne, era stato ‘disconnesso’ e non più inserito nei turni di lavoro. Ha così deciso di fare causa, con l’avvocato Giorgia Lo Monaco del sindacato Nidil Cgil Palermo, seguito anche dagli avvocati Matilde Bidetti e Carlo de Marchis, che a livello nazionale coordinano i ricorsi.

E’ una proposta, quella del giudice del lavoro di Palermo, che noi giudichiamo assolutamente positiva e speriamo che venga accolta da parte dell’azienda – e’ il giudizio del segretario Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso – Abbiamo più volte chiesto a Glovo di intavolare una discussione e procedere a una trattativa. In assenza di risposte, la strada dei ricorsi e’ comunque una strada che continueremo a percorrere“.

Nel corso della prima udienza, il Tribunale aveva inizialmente suggerito di chiudere la causa con un accordo, quantificando in 12 mila euro il danno subito dal fattorino per il fatto di essere stato estromesso dalle consegne. Ma gli avvocati di Glovo hanno ritenuto la cifra troppa alta. Da qui la proposta alternativa del giudice di reintegrare il lavoratore all’interno dell’azienda con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Si attende la risposta.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin