Le giornate dell'economia, il presidente dello Svimez Giannola: "Sicilia indietro sulle Zes" | videointerviste :ilSicilia.it
Palermo

Appuntamento conclusivo a Palazzo De Seta

Le giornate dell’economia, il presidente dello Svimez Giannola: “Sicilia indietro sulle Zes” | videointerviste

30 Novembre 2019

Guarda le videointerviste in alto

Si concludono oggi 30 novembre Le giornate dell’Economia del Mezzogiorno, che durante questa edizione, la dodicesima, hanno registrato un notevole successo di pubblico. Un appuntamento, quello odierno che si è svolto a Palazzo Forcella De Seta, sede di Ance Palermo, che ha visto economisti e accademici confrontarsi sui temi della congiuntura nazionale e internazionale e sugli effetti che la stessa ha provocato nel Sud Italia, in linea con il tema delle Giornate, ‘1860-2030: Un Paese o due?”.

Lo stato economico del Mezzogiorno è molto problematico – ha detto Adriano Giannola, presidente dello Svimez, nel senso che siamo rientrati in recessione nel 2019, occorre trovare le vie per cambiare verso. ed è legato allo stato di salute generale del Paese. Il problema del Mezzogiorno e delle regioni del mezzogiorno è di coordinare in modo cooperativo una strategia per attivare gli strumenti che ci sono a disposizione, attivandoli, come l’attrazione degli investimenti, le Zes, non mi risulta che in Sicilia sia stata attivata la localizzazione. Quali porti debbano essere trainanti“.

Per l’economista Luca Paolazzi, “L’economia meridionale ha sofferto molto in questi anni perché è calata in generale l’attività nell’economia italiana. Ha subito più la seconda recessione della prima, perché la prima era crollo del commercio mondiale, crollo delle esportazioni, mentre ha subito la seconda, quella del congelamento degli investimenti pubblici, del taglio di un terzo degli stipendi pubblici, che sono fonte primaria della sua economia”.

Il professor Pietro Busetta, animatore delle Giornate dell’economia, ha commentato il successo dell’edizione di quest’anno: “Un bilancio estremamente positivo – ha detto –, abbiamo avuto circa 100 relatori, oltre 25 incontri e una serie di dirette che hanno avuto più di 50 mila visualizzazioni. Un pubblico sempre attento, possiamo ritenerci soddisfatti. Dal primo incontro del 1987 acqua sotto i ponti ne è passata – ha concluso Busetta – e l’economia comincia a diventare argomento di confronto“.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.