Le lentezze dell’INPS: i docenti precari rimarranno per mesi senza la disoccupazione? :ilSicilia.it

IN ATTESA DELLA NASPI

Le lentezze dell’INPS: i docenti precari rimarranno per mesi senza la disoccupazione?

di
24 Giugno 2020

È ormai trascorso l’anno scolastico e il 30 giugno quasi duecentomila insegnanti precari verranno licenziati dal Miur per essere assunti tra settembre e ottobre.

Nel frattempo, questo esercito di docenti, non andrà in vacanza come i loro colleghi di ruolo, ma inoltreranno richiesta di disoccupazione all’Inps, la cosiddetta Naspi che corrisponde a circa il 75% dello stipendio percepito.

Questo momento storico ha mostrato tutti i limiti della lentezza della nostra burocrazia, quando le emergenze si trasformano in emergenze collettive occorre una velocizzazione dei tempi di espletamento delle pratiche. Tante sono le famiglie che in questi mesi di pandemia hanno perso il lavoro o si sono ritrovati all’improvviso a richiedere la cassa integrazione o i bonus concessi dal governo e troppi sono ancora quelli che non hanno ricevuto nulla.

C’è un tempo che non può aspettare altro tempo e gli insegnanti precari oggi temono questa lentezza visto il carico di lavoro dell’INPS. Sarebbe un vero problema se la Naspi non arrivasse alle famiglie che si trovano già in grandi difficoltà.

È un appello accorato quello dei docenti precari che chiedono: “Una maggiore responsabilità da parte di chi queste pratiche dovrà lavorarle per fare in modo che si rispettino le scadenze dei pagamenti. Per noi è fondamentale che la nostra disoccupazione venga pagata nei tempi stabiliti dalla legge. La pandemia non può rallentare proprio gli aiuti a chi ha più bisogno. Non sappiamo ancora quando e come entreremo a scuola a settembre, non sappiamo ad oggi se la disoccupazione riuscirà a coprire tutti i mesi in cui, non per colpa nostra, non potremo lavorare. Come faremo nel frattempo?”.

A lanciare l’allarme è Giovanna D’Agostino, Presidente dell’Associazione Insieme per il sostegno, docente precaria e madre adottiva e affidataria di due bambine: “In questi mesi abbiamo lavorato in maniera instancabile con la didattica a distanza, in moltissimi casi siamo stati e continuiamo ad essere supporto economico per le nostre famiglie. La lentezza della lavorazione delle pratiche non fa ben sperare, ma come faranno duecentomila docenti precari ad andare avanti senza un lavoro?”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin