Le origini del più grande malware di Internet potrebbero essere collegate a Minecraft | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Le origini del più grande malware di Internet potrebbero essere collegate a Minecraft

di
23 Gennaio 2017

Secondo il blogger di sicurezza informatica Brian Krebs, dopo mesi di indagini, il malware che ha causato il più vasto cyber-attacco di sempre lo scorso anno sembra essere collegato ai server di Minecraft. Stiamo parlando di Mirai, un malware che trasforma i sistemi informatici in botnet controllabili da remoto, le quali possono essere utilizzate in attacchi informatici su larga scala e le cui origini sembrano essere collegate alle rivalità delle community del popolarissimo gioco Minecraft, ipotesi sostenuta anche da esperti di sicurezza che hanno lavorato proprio per quei server.

Robert Coelho, vice presidente della società di sicurezza ProxyPipe, ha comunicato alla BBC di aver informato l’FBI circa i suoi sospetti su chi possa aver generato il codice di Mirai. La rete creata dal malware contava più di 500,000 dispositivi connessi online. Non solo computer, ma anche webcam o semplici router che, tutti collegati, hanno creato il più grande attacco DDoS della rete, mandando offline servizi come Twitter, Spotify e Reddit.

Subito dopo l’attacco, un utente, dal nome in codice di Anna Senpai, pubblicò online il codice sorgente del malware, invitando altri utenti ad effettuare attacchi simili. Da settembre 2016, mese in cui anche il sito di Brian Krebs è stato mandato offline dall’attacco, l’utente ha speso “centinaia di ore” nel tentativo di risalire alla vera identità di Anna Senpai, ore che lo hanno indirizzato verso le community di Minecraft.

“Il primo indizio sull’identità di Anna Senpai divenne chiaro quando capii che Mirai era solo l’ultima incarnazione di una rete botnet in sviluppo da quasi tre anni” ed il codice delle prime versioni era utilizzato per mandare offline siti web che offrivano la possibilità di ospitare server di Minecraft, proprio come accaduto a ProxyPipe di Robert Coelho a metà 2015 e si pensa che l’attacco sia stato causato da una società di sicurezza in competizione il cui fondatore, precedentemente, possedeva un server di Minecraft ed utilizzava i suoi servizi.

Coelho sostiene inoltre che l’autore di Mirai lo abbia contattato via Skype, alla fine di settembre, per spiegare che l’attacco alla sua ditta non era “personale”, ma anche per vantarsi di essere stato pagato dai proprietari di un grande server di Minecraft per lanciare un attacco a un server rivale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin