"Le Stelle di Taormina": la mostra su 100 anni di cinema nella Perla è un successo :ilSicilia.it
Messina

l'esposizione verrà prorogata

“Le Stelle di Taormina”: la mostra sui 100 anni di cinema nella Perla è un successo| VIDEO

28 Luglio 2019

Prosegue con l’apprezzamento di numerosi visitatori la mostra “Le Stelle di Taormina” promossa ed organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, che dallo scorso 18 maggio è in corso alla “Casa del Cinema”, in Corso Umberto. L’ex pretura, immobile concesso in comodato d’uso gratuito dal Comune di Taormina alla Fondazione Taoarte, ospita sino al primo settembre una esposizione che rappresenta un vero e proprio viaggio in quasi cento anni di storia del cinema italiano e straniero attraverso locandine, manifesti, cineromanzi e foto di scena dei film girati interamente o in parte a Taormina.

Una mostra imperdibile, curata dall’avvocato Ninni Panzera, segretario generale della Fondazione TaoArte, che si è impegnato con dedizione e passione in prima persona nella raccolta di tante immagini rare e meravigliose.

Non solo di personaggi noti ma anche dei simboli di Taormina: il Teatro Antico, il fascino e il lusso del San Domenico, il suggestivo Corso Umberto e i suoi tanti vicoli, la Villa Comunale, la stazione ferroviaria, Isola Bella, Capo Taormina e la grandezza dell’Etna che fa da sfondo a tanti fotogrammi.

Manifesti italiani ma non solo. Numerosi, infatti, i pezzi provenienti dall’estero, a consolidare l’idea di quanto il cinema e i suoi materiali pubblicitari siano stati anche uno straordinario mezzo di promozione turistica per il territorio di Taormina e per la Sicilia da un secolo a questa parte.

“La mostra – spiega l’avv. Panzera – propone una Taormina vista da una visuale molto particolare, il set dei 46 film che hanno scelto Taormina come loro straordinaria location. Il primo film è stato girato proprio 100 anni fa ed è “L’appel du sang”, film francese che è stato proiettato di recente nel corso del Festival del Cinema e che ha messo in mostra una Taormina davvero particolare e bellissima di un secolo fa. Si tratta di una carrellata davvero molto interessante che merita di essere vista e che propone 120 pezzi, ritrovati in varie parti del mondo a seguito di una ricerca durata una decina di anni. Il pezzo più curioso, ad esempio, come Intrigo a Taormina l’ho ritrovato da un collezionista in Perù”. “La mostra – annuncia infine Panzera – visto il successo che ha avuto verrà prorogata sino a tutto il periodo dell’autunno”.

 

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.