12 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 09.09
caronte manchette
caronte manchette

L'ex comandante di Caltanissetta avrebbe occultato la relazione di servizio

Le ultime su Montante, i pm: minacciò un ufficiale dei carabinieri, “Ti rompo i denti”

15 maggio 2018

 

Fai attenzione a quello che fai, altrimenti ti rompo tutti i denti, hai capito?“. Una minaccia per nulla velata che sarebbe stata rivolta da Antonello Montante, arrestato ieri, al comandante del reparto operativo dei carabinieri di Caltanissetta dell’epoca, Letterio Romeo, anche lui indagato nella stessa inchiesta per soppressione, distruzione e occultamento di atti veri e falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

Secondo i magistrati nisseni, Romeo avrebbe distrutto o nascosto una relazione di servizio in cui riferiva della minaccia ricevuta da Montante nel 2010.

Romeo aveva, infatti, trovato, durante una perquisizione dopo l’arresto di Vincenzo Arnone, capomafia a Serradifalco, alcune fotografie che avrebbero ritratto l’ex presidente di Confindustria Sicilia con Vincenzo Arnone con il collaboratore Dario Di Francesco.

Di questa minaccia parlava un documento trovato nel 2015 in rete dalla polizia giudiziaria chiamato “La mafia dell’antimafia” (poi sparito e di cui non si è mai scoperto l’autore) che parlava del fatto con diversi particolari, spiegando che la telefonata era avvenuta il 5 maggio 2010.

A confermare l’evento è stato nel 2016 il magistrato Nicolò Marino che ha detto che a parlargli della telefonata e a redigere una relazione di servizio fu proprio Romeo. Chiamato dai magistrati, Romeo ha detto di non ricordare né la telefonata di Montante né la relazione di servizio.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.