18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.48

Il disegno di legge oggi in Aula

Le variazioni di bilancio approdano all’Ars: pochi articoli, tante incognite

6 Dicembre 2018

Il giorno dell’approdo a Sala d’Ercole della variazione di bilancio è arrivato. L’Ars si riunirà oggi alle 10 per valutare il disegno di legge che ha fatto discutere fin dall’annuncio della sua calendarizzazione, con il Presidente dell’Aula Gianfranco Micciché finito nel mirino delle opposizioni.

Tante le incognite sul ddl, un documento di una manciata di articoli che però i deputati hanno preso di mira con decine e decine di emendamenti. Non a caso stamattina, prima dell’inizio della seduta, ci sarà la conferenza di Giuseppe Milazzo, capogruppo di Forza Italia, che presenterà gli emendamenti alle variazioni.

Si tratta solo dell’ultima delle riunioni con i giornalisti che i vari gruppi all’Ars, sia di maggioranza che di opposizione, hanno ritenuto di convocare per illustrare le modifiche proposte, circostanza che fa capire quanto siano controverse le norme contenute. La coperta è corta e molto si è discusso dei tagli agli enti locali, delle premialità per i comuni che hanno superato il 65% della raccolta differenziata, solo per citare alcune delle materie più controverse.

Adesso è arrivato il momento di fare sul serio. Reggerà la coalizione di centrodestra in Aula? Musumeci accoglierà l’appello del pentastellato Giancarlo Cancelleri che ha proposto una sorta di ‘tregua collaborativa’ in vista della sessione di bilancio? Se non si trattasse del futuro della Sicilia, verrebbe da dire: non resta che preparare i pop corn.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.