Lello Analfino: "Ciao Lercara! Grazie per quello che state facendo, ci vedremo presto" | VIDEO :ilSicilia.it

voce del gruppo musicale Tinturia

Lello Analfino: “Ciao Lercara! Grazie per quello che state facendo, ci vedremo presto” | VIDEO

di
8 Aprile 2020

Guarda il video in alto

“Ciao Lercara!” Lello Analfino, il front man del gruppo musicale dei Tinturia, manda un video messaggio a tutti gli abitanti del paese in provincia di Palermo, Lercara Friddi, ringraziandoli, sentitamente, per l’esempio che stanno dando nel rispettare le regole di isolamento sociale per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Lello Analfino e i Tinturia

Se in queste settimane il rispetto delle norme ha dimostrato di produrre un calo di contagi, e conseguentemente, un calo dei ricoveri, si teme in concomitanza delle feste pasquali che la popolazione, sulla scia delle prime giornate di sole, abbassi la guardia cedendo al desiderio di gite fuori porta o di riunioni di famiglia, vanificando tutti i sacrifici fatti finora.

So che vi state comportando molto bene, mi raccomando continuate a rimanere a casa che siamo sulla buona strada. È una cosa importante per Pasqua e Pasquetta che ognuno rimanga a casa solo con i parenti diretti, non fate scampagnate rimanete in casa, solo così possiamo augurarci di trascorre un’estate relativamente serena“.

Il cantante, per il suo modo di essere verace e un siciliano fin dentro il midollo, ha un grande seguito di pubblico, nell’Isola e non solo, soprattutto tra i giovani.

Se non lo facciamo –  continua Analfino – la situazione peggiorerebbe, tutti insieme riusciremo a superare questa situazione e ci rivedremo quanto prima anche a Lercara, magari proprio per un concerto dei Tinturia“.

E a chiusura, un saluto affettuoso: “Abbraccio tutta Lercara, e tutti i ragazzi che stanno facendo il loro dovere. Ciao amici, pane, amore e tinturia, pi tutta a vita“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin