Lentini (FdI): "Subito in finanziaria un capitolo di spesa contro la povertà" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

intervento del deputato ars sugli effetti economici del covid-19

Lentini (FdI): “Subito in finanziaria un capitolo di spesa contro la povertà”

di
27 Marzo 2020

“L’altra “pandemia” che sta travolgendo la Sicilia è la fame! Le famiglie a reddito zero faranno sentire il loro grido di disperazione; ciò che è successo ieri alla Lidl di Palermo è solo l’inizio! Bisogna intervenire immediatamente per evitare disordini sociali dovuti alla reale esigenza di recuperare generi di prima necessità per il loro sostentamento quotidiano. Il banco alimentare messo a disposizione da qualche sindaco non risolve il problema, i bisogni delle famiglie con figli a carico non sono il latte, la pasta e il formaggio solo, ma anche altri bisogni che il banco alimentare non fornisce. Il COVID19 ha creato gravissimi danni all’economia italiana, mettendo a grave rischio i lavoratori autonomi, le piccole imprese e i tanti lavoratori che vivevano di lavoro nero, ma che comunque permetteva loro di “tirare a campare”.

Lo sottolinea il deputato regionale di Fratelli d’Italia Salvatore Lentini. 

“È fondamentale – aggiunge – che i comuni di tutta la Sicilia facciano entro 48 ore un censimento delle famiglie che non hanno reddito e che non percepiscono alcun assegno di forma assistenziale (non sono titolari di reddito di cittadinanza o REI) e che lo forniscano agli uffici della regione. Il Presidente della Regione e l’assessore con delega alla famiglia, acquisito i dati reali dai sindaci degli aventi diritto, istituiscono uno staff che gestirà avendo contezza di numeri veri. Il governo nell’attesa di risolvere la problematica intervenga subito utilizzando il fondo di riserva del bilancio regionale della finanziaria, oggi in discussione. Presenterò in parlamento un emendamento per combattere la straordinaria situazione dedicando un capitolo di spesa ad hoc alla lotta contro la povertà”.

“A mio avviso – conclude Lentini – la soluzione immediata nell’attesa di organizzare le rubriche di bilancio oggi in discussione, è utilizzare il fondo di riserva destinando alle famiglie un bonus settimanale da spendere nei supermercati”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.