Leonardo Sciascia, Bartolozzi: "Raccogliamone il testimone, nel segno dell’impegno per il riscatto di una Sicilia redimibile" :ilSicilia.it

Leonardo Sciascia, Bartolozzi: “Raccogliamone il testimone, nel segno dell’impegno per il riscatto di una Sicilia redimibile”

di
13 Gennaio 2021

Ricordare oggi Leonardo Sciascia, un monumento della storia italiana ma anche europea, è per me un grande privilegio. Da siciliana rivendico con orgoglio l’Uomo fiero della sua Sicilitudine, “amore e odio” per la nostra Terra, sentimenti affatto contrapposti che solo un siciliano può intimamente comprendere. Da giurista ricordo l’intellettuale puro, la cui vita è intimamente attraversata dai grandi temi della Giustizia; l’uomo libero, capace di parlare di mafia negli anni 60 quando di mafia quasi nessuno parlava  ma anche il paladino di quella implosione dell’antimafia, che tuono’ nel gennaio dell’87  contro i suoi professionisti, talvolta sbagliando bersaglio ma riconoscendolo con grande umilta’. Le sue metafore per far comprendere la capacità pervasiva della mafia, la “linea della palma”, quella linea geografica immaginaria oltre la quale le palme non riescono più a crescere e che si riferiva alla capacità della mafia di spostare i suoi interessi economici. Da Politico, nel ricordare la sua passione civile ed il suo impegno dapprima come consigliere a Palermo e poi da deputato nazionale. Uno dei primi a portare in parlamento la questione – quanto mai attuale – dell’insularità e dei suoi costi. Diceva Sciascia l’insularità è un fatto”. Cosi Giusi Bartolozzi (FI) intervendo in Aula nel giorno della commemorazione di Leonardo Sciascia.

Resta nella Storia del nostro paese, l’anelito alla libertà e la denuncia di contesti che alimentavano una mafia non semplice delitto ma vero e proprio sistema di potere criminale, culturale, politico, affaristico e anche religioso. Noi di quell’anelito oggi ci nutriamo, certi che, come Sciascia narrava, la nostra Sicilia non sia affatto “irredimibile”, e per questo necessiti che si continui a lottare, a pensare e ad agire, come se non lo sia. Ed è per questo che ne raccogliamo il testimone, fortemente convinti dell’esigenza di non sacrificare mai lo stato di diritto ad ogni forma di criminalità”, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin