L'ex magistrato replica alle accuse. Ingroia: "Ho sempre rispettato la legge" :ilSicilia.it

"Ho appreso dalla stampa di essere indagato"

L’ex pm replica alle accuse: “Ho sempre rispettato la legge”

16 Marzo 2018

Antonio Ingroia affida ad un comunicato stampa la replica sull’indagine per peculato a suo carico. “Ho appreso dai giornali del provvedimento emesso nei miei confronti prima ancora che mi venisse notificato”, scrive.

“Ho la coscienza a posto perché so di avere sempre rispettato la legge, come ho già chiarito e come dimostrerò nelle sedi competenti. La verità è che ho denunciato sprechi per centinaia di milioni di euro, soldi che solo io ho fatto risparmiare, e invece sono accusato per una vicenda relativa alla mia legittima retribuzione”.

“Ripeto, dimostrerò come stanno le cose. Intanto continuo il mio lavoro di avvocato sempre con lo stesso impegno e nella stessa direzione: oggi sono in udienza a Reggio Calabria, nel processo ‘Ndrangheta stragista. Sono avvocato di parte civile delle famiglie dei carabinieri Fava e Garofalo  – conclude – uccisi nel 1994 dalla mafia e dalla ‘Ndrangheta, vicenda collegata con la trattativa Stato-mafia“.

La Guardia di Finanza ha sequestrato 151 mila euro all’ex pm di Palermo nell’ambito dell’inchiesta per peculato. Nella vicenda è coinvolto anche Antonio Chisari, all’epoca dei fatti revisore contabile della società partecipata regionale Sicilia e Servizi s.p.a. Anche lui come Ingroia è accusato di peculato.

Nella lista delle spese che l’ex giudice si sarebbe fatto rimborsare indebitamente, quando era amministratore unico della società regionale anche pernottamenti in hotel lussuosi e cene in ristoranti “stellati”.

 

LEGGI ANCHE

 

Peculato, la Finanza sequestra 151 mila euro all’ex pm Ingroia

L’indagine per peculato. A Ingroia contestati pure pernottamenti in hotel di lusso

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.