L'ex pm Ingroia bloccato ubriaco in un aeroporto parigino :ilSicilia.it

era di ritorno in italia

L’ex pm Ingroia bloccato ubriaco in un aeroporto parigino

20 Aprile 2019

L’ex pm Antonio Ingroia è stato bloccato ieri 19 aprile all’aeroporto di Roissy, Parigi, perchè sarebbe stato trovato in stato di ebrezza. 

Pare che Ingroia sia stato bloccato mentre stava per imbarcarsi a bordo di un aereo per ritornare in Italia. Il personale della compagnia con cui avrebbe dovuto volare, però, glielo ha impedito perchè giudicato “troppo ubriaco per volare”. 

È stato allontanato dalla zona delle partenze ed è stato avvisato il consolato italiano. Dopo alcune ore, gli è stato dato il permesso di salire a bordo di un altro aereo.

Secondo le fonti aeroportuali, dopo il divieto di salire sul primo aereo, Ingroia non avrebbe protestato. Per lui si è parlato di un periodo necessario “per riprendere i sensi” prima di poter partire.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.