Libia, Papatheu: "Pescatori liberi grazie all'intelligence, passerella di Conte e Di Maio" :ilSicilia.it
Trapani

la parlamentare di FI aveva scritto a Mattarella

Libia, Papatheu: “Pescatori liberi grazie all’intelligence, passerella di Conte e Di Maio”

di
17 Dicembre 2020

“La liberazione dei 18 pescatori di Mazzara del Vallo detenuti dal 1 settembre scorso in Libia – afferma la senatrice Urania Papatheu – è una notizia che accogliamo con gioia conclusione di un immotivato sequestro che ha lasciato nell’angoscia per 3 lunghi mesi le famiglie di questi onesti lavoratori. A queste famiglie, che hanno lottato con grande dignità e con il nostro sostegno, siamo vicine e rivolgiamo con soddisfazione un forte abbraccio”.

Lo ha dichiarato la senatrice di Forza Italia, Urania Papatheu, che accoglie con soddisfazione la notizia del rilascio dei marittimi di Mazara del Vallo. La senatrice siciliana lo scorso 15 ottobre aveva interrogato in question time a Palazzo Madama il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e aveva anche rivolto un appello ufficiale, sottoscritto da diversi parlamentari, al Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

“L’esito risolutivo è merito dell’intelligence italiano e pone rimedio alla disastrosa gestione della vicenda da parte del governo italiano, che ha agito senza autorevolezza, dimostrandosi debole e privo di credibilità agli occhi della comunità internazionale. Erdogan ha riportato in Turchia i suoi connazionali in 6 giorni, Conte e Di Maio hanno brancolato nel buio per 115 giorni e si sono recati in Libia per fare una passerella scenografica e celebrare un rilascio avvenuto solo grazie ai servizi italiani.

“Un governo in difficoltà non cerchi di mascherare le sue debolezze e speculare su questo sequestro per nascondere la grave crisi di una maggioranza allo sbando. Sul sequestro dei 18 pescatori rimangono molte ombre e sul rilascio auspichiamo che le condizioni non abbiano previsto la concessione di inconfessabili vantaggi ad Haftar, l’ennesimo riscatto milionario e il nulla osta ad altri sbarchi incontrollati di migranti”. 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin