Libia: regalata dall'Italia la motovedetta che ha sparato ai nostri pescherecci :ilSicilia.it
Trapani

IL PARADOSSO

Libia: regalata dall’Italia la motovedetta che ha sparato ai nostri pescherecci

di
7 Maggio 2021

Ad aprire ieri il fuoco sui pescatori siciliani sarebbe stata la “Ubari 660”, una delle motovedette donate dall’Italia alla Libia nel 2018 per catturare e deportare i migranti.

Un paradosso incredibile, che a portato al ferimento di Giuseppe Giacalone, comandante del peschereccio Aliseo di Mazara del Vallo.

In pratica, un mezzo italiano sarebbe stato usate contro gli italiani, in quel tratto di mare Mediterraneo, a rischio per la “guerra del pesce”.

La Ubari 660 era una motovedetta della Guardia di Finanza italiana che nel 2018 (quando erano ministri Minniti e Salvini) era stata donata alla Libia per il controllo dei migranti, in base agli accordi Italia-Libia. In realtà ieri avrebbe sparato ai tre pescherecci italiani Artemide, Aliseo e Nuovo Cosimo.

Anche nel tweet della nostra Marina militare si riconosce la motovedetta libica: è la Ubari 660.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.