Libri: Luca Sciortino e la ricerca dell'anima mundi tra filosofia e fotografia :ilSicilia.it
Palermo

anche una mostra itinerante

Libri: Luca Sciortino e la ricerca dell’anima mundi tra filosofia e fotografia

di
10 Dicembre 2019
Un reportage fotografico e riflessioni filosofiche si fondono insieme nel libro “Ritratto dell’anima del mondo. Saggio sulla realtà in parole e immagini” (Editrice Il Torchio), del filosofo e scrittore palermitano Luca Sciortino.

Il testo contiene scatti che saranno oggetto di una mostra fotografica itinerante dall’omonimo titolo; la prima tappa, che ha ricevuto il patrocinio del Museo Nazionale della Fotografia e il supporto del curatore e orientalista Paolo Linetti, è stata Brescia, dove rimarrà per tutto il 2020.

“L’idea mi è venuta leggendo una frase del filosofo e psicanalista James Hillman.– dice Sciortino – Secondo quest’ultimo, ci sono eventi che rivelano l’anima mundi, l’anima dell’universo, un’immagine che è circolata nella storia attraverso filosofi, scrittori e poeti. Una vita ‘ricca’ è quella capace di cogliere questi eventi. Io mi sono chiesto quali siano e che cosa davvero sia l’anima mundi”. 

Il risultato della “personale ricerca”
La risposta di Sciortino si articola in parole e immagini: “Alcune fotografie di viaggi e reportage mi hanno aiutato a identificare diversi modi di rivelarsi di quello che potremmo chiamare, di volta in volta, un frammento dell’anima del mondo”. 

Nel libro si vede quest’ultima attraverso l’imponenza degli alberi, la metafora del mare, l’espressione dei volti o la diversità delle cose.

L’attualità di questa pubblicazione sta tutta nel recuperare quel rapporto perduto con la natura, quel dialogo con l’essenza delle cose, in un’epoca nella quale la tecnologia ha distolto la nostra attenzione dalla bellezza dei cieli stellati, dalla voce del mare o dall’espressione dei volti.

Le foto che accompagnano il libro sono scorci di viaggio e di reportage di Sciortino, catturate con l’obiettivo nei posti più disparati del pianeta, durante reportage per giornali o nel suo “particolare” viaggio, dalla Scozia al Giappone, senza aerei durato quattro mesi (raccontato nel libro Oltre e un cielo in più Sperlin & Kupfer). E poi dai bassifondi di Beirut ai deserti del Namib e del Sahara, da Londra ai villaggi Hmong della Cina del sud.

Il risulto è una raccolta che si rivolge a tutti gli amanti dell’arte, della fotografia e della natura: ai fotografi che riflettono sui nuovi modi di guardare ai loro soggetti, ai filosofi interessati al concetto di anima mundi, ai viaggiatori che cercano nuovi modi per esplorare il mondo, agli appassionati di letteratura di viaggio.

Il curriculum

Luca Sciortino collabora regolarmente per il settimanale Panorama ed è professore incaricato all’Unitre di Milano. Ha conseguito un dottorato in filosofia alla Open University (Regno Unito) ed è stato Research Fellow all’Università di Leeds.

Tra i premi ricevuti il Voltolino per la divulgazione scientifica; è stato Armenise-Harvard Science Writer Fellow alla Harvard University ed è autore di articoli di ricerca su riviste internazionali come Erkenntnis e International Journal in Philosophy of Science.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.