Licciardi: "Siciliani traditi dai 5Stelle, il Pd non faccia accordi con Miccichè o Musumeci" :ilSicilia.it

Verso l'assemblea nazionale dei dem

Licciardi: “Siciliani traditi dai 5Stelle, il Pd non faccia accordi con Miccichè o Musumeci”

di
28 Febbraio 2019

«L’anno scorso quasi metà dei siciliani ha votato per il Movimento 5 Stelle. Oggi una parte di quell’elettorato vive il sentimento della delusione e della disillusione per le tante promesse mancate e per la subalternità del Movimento alle politiche di destra di Salvini. Tanti siciliani avvertono il pericolo insito nella secessione mascherata delle regioni del nord voluta dalla Lega». Così Attilio Licciardi, candidato all’assemblea nazionale Pd a sostegno di Nicola Zingaretti e coordinatore provinciale area Orlando.

«Come democratici – prosegue saremmo degli idioti se non decidessimo di discutere e confrontarci con questi elettori delusi. Un Pd che cambia deve aprire porte e finestre ad energie nuove, a partire dalle primarie di domenica prossima.

Al Pd siciliano non serve un accordo con Miccichè o Musumeci che sarebbe invece letale. Occorre ricostruire il rapporto con i siciliani parlando anche ai tanti che si sono affidati ai 5 stelle e che ora si sentono traditi e abbandonati. Politiche attive per il lavoro, infrastrutture ecosostenibili e investimenti, sblocco dei cantieri, valorizzazione del patrimonio culturale ambientale e paesaggistico, tempo pieno a scuola, accoglienza e integrazione dei migranti sono terreni concreti per una migliore qualità della politica che punti allo sviluppo della Sicilia e al lavoro».

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin