“L’Italia è una da Nord a Sud”: il Tricolore illumina Palazzo d'Orléans e Villa Whitaker | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

uniti contro il coronavirus

“L’Italia è una da Nord a Sud”: il Tricolore illumina Palazzo d’Orléans e Villa Whitaker | FOTO

1 Aprile 2020

Guarda le foto in alto

Sono poche le certezze in questi giorni di isolamento sociale mirato al contenimento della diffusione del Covid-19, e i simboli che siamo abituati a vedere diventano ancora più forti: è questo il senso dell’iniziativa “L’Italia è una da Nord a Sud” che, fino al 12 aprile, ogni sera, vedrà illuminati con il Tricolore, a Palermo, due tra gli edifici istituzionali.

Palazzo d’Orlèans (Piazza Indipendenza), sede della Presidenza della Regione siciliana, e Villa Whitaker (via Cavour, 6), infatti, al calare della luce (dalle ore 20,00 alle 4.00) testimonieranno, con i colori della bandiera italiana, il loro sostegno e la loro vicinanza alle numerosissime vittime in Italia, ai familiari, alle migliaia di persone che stanno lottando la loro personale battaglia contro il virus; alle diverse figure professionali che, ognuno nel proprio settore, vivono la trincea della quotidianità.

Non ultimo lo Stato Italiano con un segno di riconoscenza e di incoraggiamento a proseguire questo impervio cammino.

L’allestimento per l’accensione del Tricolore sul prospetto principale di Palazzo d’Orlèans e Villa Whitaker, che consta di 18 fari architetturali led, 130 metri di cavi di alimentazione, 130 metri di cavo di segnale, 2 centraline DMX , 2 orologi a tempo e 10 transenne con l’impiego di 4 unità, è stato fornito, in forma totalmente gratuita, da Vincenzo Montanelli, responsabile della rete di operatori inerenti al Settore Organizzativo PRO (Partner Rete Operativa).

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.