Lite sull'autobus a Monreale, giovane finisce in ospedale: arresto un uomo :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Lite sull’autobus a Monreale, giovane finisce in ospedale: arresto un uomo

di
17 Settembre 2020

Un uomo di 43 anni è stato arrestato questa notte dai carabinieri di Monreale (Pa) accusato, insieme al figlio di 17 anni, di avere aggredito in modo violento un giovane di 27 annni monrealese.

La vicenda avrebbe avuto inizio dopo una lite per futili motivi sull’autobus che da Palermo porta a Monreale tra la figlia dell’aggressore e la vittima. La ragazza di 15 anni ha chiamato il padre che si è fatto trovare insieme al figlio nei pressi della fermata in via Benedetto d’Acquisto.

I due dopo avere fermato il giovane lo hanno picchiato. Il giovane è stato soccorso dai sanitari del 118 e portato in ospedale all’Ingrassia. La prognosi è riservata. I militari poco dopo sono risaliti ai due aggressori. Sono andati in casa e hanno trovato i vestiti sporchi ancora di sangue. Il padre è stato arrestato, il figlio di 17 anni denunciato a piede libero.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per