"Little Sicily" è l'Ape "Regina" di Londra | VIDEO :ilSicilia.it

Girolamo Federico Piccione conquista gli inglesi

“Little Sicily” è l’Ape “Regina” di Londra | VIDEO

di
27 Dicembre 2019

Guarda il video in alto

Cari miei Watson, il titolo: “Little Sicily è l’Ape Regina di Londra” potrebbe essere fuorviante, visto che l’unica e sola “the Queen“, con buona pace di Carlo, è la madre Elisabetta II e per qualcuno, addirittura, usurpazione di titolo; ma leggendo e, soprattutto, vedendo, l’arcano sarà svelato e la lesa maestà scongiurata.

Little Sicily Londra

La vostra Patti Holmes, con la sua lente d’ingrandimento, è andata a Elephant and Castle per scoprire un Tempio del gusto, il Mercato Metropolitano, per il Financial Times uno dei migliori di Londra, che vi accoglie con un elefante azzurro, (il quartiere, infatti, visto il suo nome, è popolato da coloratissimi pachidermi), e da un Welcome iridato che invoglia ad entrare. Ed ecco che la vostra indagatrice trova immediatamente ciò che, da buona sicula, stava cercando e cioè, rullino i “tamburelli”, Little Sicily, l’Ape Piaggio del marsalese Girolamo Federico Piccione, trasformata in friggitoria. Arancine, panelle, cassatine, cannoli, il meglio del nostro street food in bella mostra, con il valore aggiunto che il nostro protagonista, giovane imprenditore ed esportatore di bontà siciliane, rispecchia il nostro carattere perché è accogliente, sorridente, con occhi che brillano quando si racconta.

Girolamo potrebbe essere il manifesto di “Vola solo chi osa farlo” di Sepulveda perché, volendo costruirsi un futuro, ha iniziato il suo viaggio esperenziale partendo dal Nord Italia per, poi, approdare a Londra proprio nel Mercato Metropolitano che custodisce il suo laboratorio, essendo lui un artigiano del gusto che utilizza materie prime rigorosamente siciliane. Per fare un esempio, come la sua viva voce ci dirà, per i cannoli utilizza: ricotta trapanese, pistacchio di Bronte, scorzette d’arancia siciliana. Un giovane ambasciatore della Trinacria che ha conquistato Londra abitata da tantissimi siciliani, che lo hanno eletto a luogo del cuore, perché possono ritrovare le proprie radici, respirando aria di casa e cancellando la nostalgia che, a volte, affiora, e altrettanti stranieri, innamorati della nostra isola, che trovano in Little Sicily bontà di sapori e di cuore. Questo ragazzo, infatti, mostra una passione e un entusiasmo così contagiosi che da sicula, posso assicurarvi,  mi hanno riempito di orgoglio e ammirazione perché è la più bella faccia che possa rappresentare la nostra isola.

Little Sicily Londra

La cosa che colpisce è che mentre lui, quasi con timidezza, chiede: “Posso farvi assaggiare i miei cannoli?” dall’altra parte si sente rispondere con sicurezza: “ma certo” e, come per magia, ci si trova trasportati in un regno siciliano in terra inglese. Dopo averli gustati e bevuto il marsala, si vorrebbe abbracciare Girolamo, piangere e ridere di gioia e commozione perché sono buoni, buonissimi, ottimi, anzi indimenticabili; per non parlare, poi, delle arancine che, a forza di gustarle alla carne, al burro, con mozzarella e ‘nduja, si prende, felicemente, la loro forma di rotonda femminilità. Insomma, quando la Sicilia chiama, soprattutto quella culinaria, Patti Holmes non può che rispondere.

Il Mercato Metropolitano, con la nostra Little Sicily, è una tappa obbligata perché vi permette di fare un giro tra chicche di bontà in cui spicca questo angolo di paradiso siculo;  d’altronde, mangiare un’arancina, un panino e panelle o un cannolo a Londra non ha prezzo. Fidelizzata da Girolamo, che è un comunicatore nato, portatore di positività e bontà, Patti Holmes in compagnia magari dello zio Sherlock, che questi sapori e profumi riporterebbero in vita, tornerà sul luogo del “diletto” per mangiare ancora e ancora le luccumarie sicule.

Non posso che salutarvi con: “Riempite di ricotta i vostri cannoli“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco