Lo scirocco soffia sulla Sicilia, decine di incendi nel Palermitano | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

IMPEGNATI VIGILI DEL FUOCO E CANADAIR

Lo scirocco soffia sulla Sicilia, decine di incendi nel Palermitano | VIDEO

di
13 Maggio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Decine di incendi si stanno registrando in queste ore nella provincia di Palermo.

I roghi, sui quali sono già in corso gli interventi dei vigili del fuoco e del corpo forestale, sono alimentati da un forte vento di scirocco che da stamattina spira sull’Isola.

Roghi in tutta la Sicilia

Il fronte più grave è quello divampato nella zona del santuario di Romitello, tra Partinico e Borgetto. Focolai si sono registrati anche ad Altofonte, Monreale, Collesano, Bagheria, Misilmeri e Caccamo.

I refoli di vento stanno creando non pochi problemi anche a Palermo. Decine le telefonate alla sala operativa dei vigili del fuoco per segnalare la caduta di alberi, cartelloni pubblicitari divelti, verande e cornicioni pericolanti.

Nel capoluogo siciliano è stato domato un incendio divampato nella zona di via Altofonte. Sempre a Palermo, nella zona della stazione centrale, un passante dopo essere stato colpito dalla caduta di un ramo e’ stato trasportato al pronto soccorso.

In viale Regione, all’altezza del negozio Trionfante ma dal lato opposto, si è verificato un grosso incendio alimentato dalle forti raffiche di vento, come si vede da questo video. Sul posto i vigili del fuoco.

Un altro incendio si è verificato nei pressi di via Bronte con le fiamme che minacciano le abitazioni.

Attimi di paura invece a Misilmeri, per una grossa tettoia crollata nei pressi del centro cittadino e per  la caduta di alberi, cartelloni pubblicitari  e divelti, verande e cornicioni pericolanti.

INCENDI, VIGILI DEL FUOCO

Da questa mattina i vigili del fuoco del comando provinciale sono impegnati in tutta la provincia. Si è reso necessario far intervenire squadre da altri comandi in supporto alle squadre di Palermo per le numerose richieste d’intervento in atto.
In volo anche un canadair che sta effettuando i lanci nelle zone impervie della montagna.

A Messina sulla strada statale 113 “Settentrionale Sicula” il traffico è provvisoriamente bloccato all’altezza di Tusa, a causa di un incendio divampato al km 164,800. Lo rende noto Anas. Sul posto sono presenti i Vigili del Fuoco e il personale di Anas per la gestione della viabilita’ e per il ripristino della normale circolazione nel piu’ breve tempo possibile.

Incendio tra il Parco Cassarà , Cus, incendioParco Cassarà e il Cus

Le fiamme sono divampate colpendo la vegetazione tra l’area verde di proprietà del Comune e la struttura sportiva universitaria. La zona è stata avvolta da una densa nube di fumo. Sul posto le squadre dei vigili del fuoco, insieme alla polizia e ai vigili urbani impegnati a gestire il traffico nella bretella di viale Regione, all’altezza di via Ernesto Basile. A spingere l’incendio la temperatura di oggi e il vento di scirocco. Le informazioni sono ancora frammentarie e non è chiaro se oltre alla vegetazione stia bruciando anche altro.

Temperature

Non era mai stata raggiunta in tutta Italia una temperatura così alta in questo periodo: con 39,4 gradi Palermo, registrati dall‘Osservatorio Astronomico, non solo batte il record per la città, ma anche quello nazionale. Infatti, nei primi 15 giorni di maggio, e da quando sono disponibili i dati meteo, nessun altro centro urbano hai mai raggiunto questi livelli di ‘caldo’. Lo fa sapere Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo, precisando che”la città ha ‘stracciato’ il vecchio primato, datato 24 maggio 1994, di 38,6 gradi”.

Superati i +38°C  con punte di +39°C nel centro del capoluogo della Sicilia.

le temperature più alte nel risto dell’Isola sono state: +39°C a Capaci, +38°C a Palermo e Carini, +37°C a Monreale, +36°C a Falcone, +35°C a Patti, +34°C a Cefalù, Misilmeri, Partinico e Piraino, +33°C a Castellammare del Golfo, Corleone e Brolo, +32°C a Trapani, Agrigento, Bagheria, Sciacca, Butera, Barcellona Pozzo di Gotto, Comiso, Gela e Torregrotta.

A Palermo il vento di scirocco ha raggiunto raffiche pazzesche: 126km/h a Bagheria, 111km/h.

 

L’Avviso della Protezione civile

La situazione in atto ha fatto partire l’allerta per gli incendi boschivi, il valore più alto previsto è su Palermo e Messina. Agrigento e Trapani sono zona gialla.

L’allerta sarà in vigore fino ad una prossima comunicazione.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin