Lo studio della lingua siciliana a scuola, Totò Lentini: "Mio il disegno di legge del 2010" :ilSicilia.it

la norma emanata nel 2011

Lo studio della lingua siciliana a scuola, Totò Lentini: “Mio il disegno di legge del 2010”

di
24 Maggio 2018

“Ho sempre ritenuto fondamentale e importante trasmettere la nostra sicilianità fin dai banchi di scuola ai giovani, proprio per questo motivo io stesso ho presentato il disegno di legge numero 635 del 2010, approvato con la legge regionale numero 9 del 31 maggio 2011, dal titolo ‘Promozione e valorizzazione ed insegnamento della storia e della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano’ “. A dirlo è l’ex parlamentare regionale, Totò Lentini.

Adesso – continua –  leggo la notizia che da settembre la lingua siciliana, dichiarata dall’Unesco lingua madre, fa il suo ingresso tra i banchi di scuola dell’Isola, mi dà grande soddisfazione perché ho sempre sostenuto che si tratta di un patrimonio linguistico di tradizioni e di storia che ha accusato nel tempo un progressivo accantonamento che va invece preservato”.

Dopo la decisione del governo regionale di approvare le norme di attuazione, maturata nei giorni delle celebrazioni dello Statuto, infatti, l’assessorato regionale all’Istruzione e Formazione professionale, diretto da Roberto Lagalla, sta avviando la fase iniziale.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per