"L’ora della Terra 2017", a Palermo luci spente al Politeama e in piazza Pretoria :ilSicilia.it
Palermo

Luci spente contro il cambiamento climatico

“L’ora della Terra 2017”, a Palermo luci spente al Politeama e in piazza Pretoria

di
24 Marzo 2017

Luci spente contro il cambiamento climatico, per un futuro sostenibile. Anche a Palermo, come nel resto del mondo, sabato 25 marzo, si celebrerà l’Earth Hour 2017, l’Ora della Terra, la più grande mobilitazione del Wwf,giunta quest’anno alla decima edizione. Per un’ora, dalle 20,30 alle 21,30, si spegneranno le luci della facciata del Politeama Garibaldi e di Palazzo delle Aquile. Resterà al buio anche la fontana Pretoria, e proprio sui gradini del monumento,si esibirà, accompagnato al pianoforte, il coro giovanile femminile dell’Aeolian Vocal Ensemble, in un concerto di voci al lume di candela.I volontari del Wwf Sicilia Nord Occidentalesaranno presenti in piazza Pretoria, dove sarà distribuito materiale informativo sull’iniziativa. L’associazione ambientalista, invita, inoltre, cittadini a portare una candela da accendere durante l’ora di buio.

Quest’anno, inoltre, aderirà all’evento anche il Comune di Terrasini, spegnendo le luci di villa San Giuseppe.Anche in questo caso, saranno presenti i volontari del WwfSicilia Nord Occidentale, con un gazebo, insieme con lo staff della riserva naturale di “Capo Rama” gestita Wwf Italia.Nel corso della serata di Terrasinisi potrà assistere, inoltre, ad una performance di Enzo Mancuso con il suo teatro dei pupi siciliani.

L’evento gode del gratuito patrocinio del Comune di Palermo. Adesioni anche da parte dell’Università di Palermo e della sezione di palermitana dell’Aiet, Associazione italiana di elettrotecnica, elettronica, automazione, informatica e telecomunicazioni.

L’Ora della Terra nasce nel 2007 a Sidney, in Australia. Da allora, una volta l’anno, in ogni angolo del mondo, strade, piazze e monumenti restano al buio contro il caos climatico: dal Colosseo alla Torre Eiffel, fino al Cristo Redentore di Rio de Janeiro. “Ci conforta questo nuovo interesse da parte dei cittadiniper i problemi del clima, – afferma Pietro Ciulla, presidente del Wwf Sicilia Nord Occidentale–cercheremo di sensibilizzare i partecipanti, ponendo l’attenzione sullo sviluppo sostenibile dell’economia. Ognuno può contribuire in prima persona, limitando gli inutili sprechi ed orientandosi verso un consumo intelligente, per esempio nel campo della mobilità, dei consumi alimentari o dell’abbigliamento,nonché di quelli energetici. Ma anche – conclude Ciulla – facendo attenzione a non produrre troppi rifiuti, rispettando la raccolta differenziata, oppure optando per un’edilizia poco impattante e a limitato consumo energetico”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.