19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.35
Palermo

successo per la manifestazione

“L’Ora della Terra 2017”, centinaia di cittadini a lume di candela in piazza Pretoria

27 Marzo 2017

Un’ora di buio per un futuro sostenibile. Sono state circa cinquecento le persone che sabato 25 marzo, a Palermo, hanno partecipato all’Earth Hour 2017, l’Ora della Terra, la più grande mobilitazione internazionale del Wwf contro il cambiamento climatico, giunta quest’anno alla decima edizione. Dalle 20,30 alle 21,30, si è spenta la facciata del Politeama Garibaldi e di Palazzo delle Aquile. È rimasta al buio anche la fontana Pretoria, diventata “palcoscenico” per il concerto a lume di candela del coro giovanile femminile dell’Aeolian Vocal Ensemble. I volontari del Wwf Sicilia Nord Occidentale sono stati presenti in piazza Pretoria, dove è stato distribuito materiale informativo sull’iniziativa.

Quest’anno, inoltre, ha aderito all’evento anche il Comune di Terrasini, spegnendo le luci di villa San Giuseppe. Anche in questo caso, sono stati presenti i volontari del Wwf Sicilia Nord Occidentale, con un gazebo, insieme con lo staff della riserva naturale di “Capo Rama” gestita Wwf Italia. Nel corso della serata di Terrasini, inoltre, si è esibito Enzo Mancuso con il suo teatro dei pupi siciliani. All’evento hanno aderito anche il Comune di Palermo, l’università e la sezione palermitana dell’Aiet, Associazione italiana di elettrotecnica, elettronica, automazione, informatica e telecomunicazioni.

L’Ora della Terra nasce nel 2007 a Sidney, in Australia. Da allora, una volta l’anno, in ogni angolo del mondo, strade, piazze e monumenti restano al buio contro il caos climatico: dal Colosseo alla Torre Eiffel, fino al Cristo Redentore di Rio de Janeiro. “Siamo contenti del risultato ottenuto, – ha dichiarato Pietro Ciulla, presidente del Wwf Sicilia Nord Occidentale – abbiamo trasmesso alle numerose persone presenti in piazza il messaggio impegnativo e pesante sul cambiamento climatico, facendo quindi opera di sensibilizzazione su un tema così importante e drammatico. Ma lo abbiamo fatto con il nostro stile, quello della denuncia unito alla serietà, la sobrietà e l’attenzione alla bellezza. E il contesto che si è venuto a creare, in quella splendida piazza e con quello splendido coro, è stato eccezionale”.

Tag:

LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.