Lotta agli "zozzoni": a Messina arrivano 300 Ispettori Ambientali Volontari :ilSicilia.it
Messina

ok del Consiglio comunale al regolamento

Lotta agli “zozzoni”: a Messina arrivano 300 Ispettori Ambientali Volontari

di
20 Febbraio 2020

“Finalmente anche il Comune di Messina di potrà avvalere di una importante figura, gli Ispettori Ambientali Volontari, nell’ambito della gestione del ciclo integrato dei rifiuti e della tutela ambientale. Ringrazio i consiglieri comunali che hanno dimostrato grande senso di responsabilità rimanendo in aula per garantire il numero legale ed i consiglieri comunali che hanno votato favorevolmente alla proposta di delibera del nostro assessore Dafne Musolino”. Lo afferma, con soddisfazione, il sindaco di Messina, Cateno De Luca che così accoglie il placet dato dal Consiglio comunale all’avvio in servizio dei primi 300 ispettori ambientali che presto saranno operativi per monitorare in città che non si verifichino episodi di conferimento abusivo di spazzatura e forme di inquinamento del territorio.

Al termine di una lunga sessione di lavori d’aula, che ieri si è riunita per la quarta volta dopo i precedenti tre rinvii, sono stati discussi i 20 emendamenti che erano stati presentati sul testo originario del regolamento. L’assessore Musolino, che ha partecipato a tutte le sedute del Consiglio, ha difeso il testo proposto dall’Amministrazione e, dopo alcuni serrati confronti, ha comunque ottenuto l’approvazione del Regolamento senza alcuno stravolgimento sostanziale.

“Rammentiamo che la scorsa primavera l’Amministrazione aveva ritirato, durante il dibattito d’aula, la proposta di regolamento per l’Istituzione degli Ispettori Ambientali Comunaliha evidenziato De Luca – perché era stata fatta oggetto di alcuni emendamenti che ne stravolgevano il contenuto e che avrebbero reso inattuabile l’organizzazione del servizio di Ispettori. Ieri, dunque, il Consiglio ha approvato il Regolamento proposto dall’Amministrazione comunale senza apportarvi modifiche sostanziali, ma solo qualche piccola variazione che non altera i principi fondamentali del Regolamento”.

Il servizio di Ispettore Ambientale verrà prestato a titolo volontario e non retribuito. Per svolgere tale attività occorre prima di tutto iscriversi ad una Organizzazione di Volontariato che svolga attività di tutela ambientale e poi frequentare un Corso gratuito che verrà organizzato dall’Amministrazione, della durata di almeno 20 ore. Per l’attività svolta, spetterà un rimborso spese nei limiti previsti dalla normativa vigente (D. Lgs. 117/2017 art. 17).

I compiti dell’Ispettore Ambientale Comunale Volontario sono quelli di vigilare sul territorio per scoraggiare le condotte illecite in tema di rifiuti, di informare i cittadini, di sensibilizzare le persone al tema del rispetto ambientale e di segnalare eventuali conferimenti errati o condotte illecite in tema di rifiuti. Il Comune di Messina è pronto a dotarsi degli Ispettori Ambientali Comunali Volontari e, trascorso il tempo necessario alla pubblicazione della delibera di approvazione del regolamento e della sua esecutività, verrà organizzato il Corso di Formazione gratuito per i primi 300 Ispettori Ambientali.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per