Lotta alla mafia, la storia di Giuseppe Antoci fa il giro d'Europa | FOTO :ilSicilia.it

COPERTINE DEDICATE IN OLANDA E IN BELGIO

Lotta alla mafia, la storia di Giuseppe Antoci fa il giro d’Europa | FOTO

di
10 Febbraio 2020

GUARDA LE FOTO IN ALTO

La storia di Giuseppe Antoci travalica i confini nazionali e finisce in copertina su due importanti quotidiani, uno sito in Olanda e l’altro in Belgio.

Lo Standaard.be di Bruxelles ha dedicato al presidente della “Fondazione Caponnetto” l’apertura e le 4 pagine centrali, mentre l’NRC Handelsblad di Amsterdam ha riservato all’ex presidente del Parco dei Nebrodi la copertina e le due pagine centrali del quotidiano.

Fra gli altri viene anche intervistato Umberto Santino, uno dei massimi studiosi a livello internazionale di questioni concernenti i poteri criminali, i mercati illegali, i rapporti tra economia, politica e criminalità.

I mafiosi non hanno solo lavorato attraverso quel complesso sistema di sussidi europei ma hanno unito le forze con politici e professionisti, come ragionieri e notai, in breve la borghesia mafiosa” – afferma Santino nella sua casa di Palermo, che è stata trasformata in un impressionante centro di documentazione mafiosa.

Giuseppe Antoci – scrivono i due quotidiani  – ha combattuto invece come Presidente del Parco contro quel sistema che durava da anni. Le sue rigide regole sono state adottate per la prima volta in Sicilia e poi in tutta Italia nel 2017. D’ora in poi un certificato antimafia è sempre obbligatorio per coloro che vogliono ottenere una concessione di terra statale, a partire da un importo di 5.000 euro. Tale certificato antimafia viene ormai rilasciato solo dopo un rigoroso controllo da parte delle Forze dell’Ordine. Sembra non essere altro che una normale misura precauzionale per l’Italia che ha una presenza storica mafiosa così forte. Ma è stato necessario molto coraggio individuale per cambiare la legge e Antoci ha dovuto quasi pagare con la sua vita per quell’impegno“.

E l’NCR Handelsblad di Amsterdam racconta anche dell’importante operazione Antimafia del 15 gennaio che ha portato all’arresto di 94 persone in 151 aziende agricole sequestrate.

Nei mesi scorsi anche la Tv d’oltralpe France24 e quella tedesca NDR, attraverso due importanti servizi di Natalia Mendoza e Alessandra Molinari, recatesi in Sicilia, si sono soffermate, inoltre, sull’aspetto umano delle scelte compiute da Antoci e del suo impegno nelle scuole.

Non sarò mai più la stessa persona dopo quella notte – ha detto Antoci alle due giornaliste estere -. Con l’esercito che presidia la sua casa e le sue figlie costrette a vivere le enormi difficoltà di una vita quotidiana complicata . “Ho fatto il mio dovere, ma in un paese normale non dovresti rischiare la tua vita per farlo“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26