"Love difference", l'opera di Michelangelo Pistoletto a Palermo per l'anno della Cultura :ilSicilia.it
Palermo

L'installazione a Palazzo Sant'Elia

“Love difference”, l’opera di Michelangelo Pistoletto a Palermo per l’anno della Cultura

di
13 Febbraio 2018

Si chiama “Love Difference“, (Ama le differenze), il tavolo a forma di bacino del Mediterraneo, opera di Michelangelo Pistoletto che, fra pochi giorni, verrà installato nella Salone delle danze di Palazzo Sant’Elia, dove rimarrà fino a fine anno.

Pistoletto

L’artista ha voluto prestarlo alla città e sarà il centro nevralgico dei principali eventi di confronto internazionale per Palermo Capitale Italiana della Cultura. Tra questi il Premio MigrArti, il convegno internazionale di filosofia (in collaborazione con l’università di Lugano e Lucerna), l’incontro “Palermo Laboratorio del dialogo tra le culture” e, il 21 giugno, la presentazione della “Festa Europea della Musica”.

Love Difference è un nome, uno slogan, un annuncio programmatico” – ha spiegato più volte Pistoletto parlando dell’opera che, prima di giungere a Palermo, ha fatto tappa in Croazia, Montenegro, Roma, Filadelfia, Strasburgo, Tei Aviv, Saint Étienne, Marsiglia, Tunisi, Beirut, Venezia, Arles, New York.

Love difference - Biennale 2003

L’opera risale al 2003, anno in cui l’artista riceve il premio alla carriera alla Biennale di Venezia dove, per l’occasione, viene presentato “Love Difference-Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea“, progetto nato nell’aprile del 2002 e coordinato dall’Ufficio Politica di Cittadellarte.

Il movimento unisce l’universalità dell’arte all’idea di trans-nazionalità politica e focalizza la sua attività nell’area mediterranea perché in essa si rispecchiano i problemi della società globale – si legge nel manifesto del movimento artistico – Da una parte la differenza tra etnie, religioni e culture è, oggi, causa di terribili conflitti; dall’altra vi è una drammatica situazione prodotta dalla supremazia dei poteri che producono l’uniformità e il livellamento delle differenze. Una politica che porti ad “amare le differenze” è vitale per lo sviluppo di nuove prospettive nell’intera compagine sociale“.

Il rispecchiarsi, dunque, come punto di partenza. Il tavolo ha una superficie specchiante per l’appunto ed è circondato, simbolicamente, da sedute diverse realizzate in vimini, legno, tessuto, corda: le sedute dei popoli del Mediterraneo.

Il 10 marzo Michelangelo Pistoletto sarà a Palermo per ricevere la cittadinanza onoraria, durante la manifestazione “Palermo Laboratorio del dialogo tra le culture” del MiBACT per l’Anno Europeo del Patrimonio 2018.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione di Fondazione Sant’Elia e Fondazione Sambuca, a cura di Paolo Falcone.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin