20 settembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 19.12
caronte manchette
caronte manchette
Trapani

Domenica 19 agosto

Luglio Musicale Trapanese: nuovo appuntamento con l’opera “Aida” di Verdi

18 agosto 2018

Continua la 70ª stagione lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese con un nuovo appuntamento domenica 19 agosto, alle ore 21, al Teatro “Giuseppe Di Stefano”, a Trapani, con l’opera “Aida” di Giuseppe Verdi, andata in scena nei mesi scorsi in Tunisia all’Anfiteatro Romano di El Jem e all’Anfiteatro di Cartagine.

Adesso la macchina organizzativa del Luglio Musicale, che sta ottenendo un grande successo di pubblico e critica, si appresta a vivere un momento di grande valore artistico all’insegna della qualità.

Partner di alto profilo, per questo progetto di cooperazione culturale transfrontaliera che ha visto il Luglio Musicale collaborare con l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, il Ministero degli Affari Culturali della Tunisia, il Festival International de Carthage, il Théâtre de l’Opéra de Tunis, il Festival International de Musique Synfonique d’El Jem, l’Orchestre Symphonique Tunisien, l’Orchestre de l’Opera de Tunis, il Choeur de l’Opera de Tunis, il Ballet de Tunis.

Cantanti e musicisti di grandissimo livello, italiani e tunisini, una scenografia spettacolare, una grande orchestra, diretta dal M° Stefano Romani, un coro preparato dal Maestro Fabio Modica e un corpo di ballo diretto da Cinzia Sità sono alla base dell’ennesima importante proposta artistica dell’Ente.

La regia di Aida è firmata Raffaele di Florio, le scene e i costumi di Lucia Imperato sono pronte per incastonarsi, dopo la Tunisia, anche nello scenario trapanese.

Una produzione, che profuma di Mediterraneo e che trasporterà il pubblico nella storia amorosa tra Aida, principessa etiope caduta in schiavitù, e Radames, ufficiale egiziano.

Un affresco armonico di colori e sonorità con un importante cast: Aida, Maite Alberola (soprano); Amneris, Daniela Diakova (mezzo-soprano); Radames, Dario Prola (tenore); Ramfis, Andrea Comelli (basso); il Re d’Egitto, Enrico Rinaldo (basso); Amonasro, Giuseppe Garra (baritono); la grande Sacerdotessa, Luciana Pansa (soprano); il Messaggero, Giuseppe Infantino (tenore).

Coro, orchestra e corpo di ballo sono dell’Ente Luglio Musicale Trapanese.

Costo biglietti: da 40 a 10 euro.

Sarà possibile acquistare i biglietti al botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, sito in viale Regina Margherita, 1 (all’interno della Villa Margherita) dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 21.  Sarà possibile acquistare i biglietti anche online sul sito www.lugliomusicale.it o nella sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La perdita delle certezze

Prima era una delle certezze assolute, la Chiesa è lo stato Vaticano e il Papa, il tutto a Roma. Oggi la fede, tra dogmi e sprechi cos'è? C’è chi si è divertito tutta la vita sposando ideali a convenienza e c’è chi ha tentato di essere coerente...
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.