L'ultima inaugurazione di Sgarbi: allo Steri i grandi quadri della Regia Università | VIDEO-GALLERY :ilSicilia.it
Palermo

In qualità di assessore

L’ultima inaugurazione di Sgarbi: allo Steri i grandi quadri della Regia Università | VIDEO-GALLERY

di
4 Aprile 2018

La presentazione del “Progetto Grande Abatellis”, nell’ambito della programmazione regionale per il 2018, ha chiuso formalmente l’attività ufficiale dell’assessore Vittorio Sgarbi, che ha inaugurato allo Steri la “Quadreria della Regia Università di Palermo”, alla presenza del Rettore Fabrizio Micari, di Paolo Inglese, direttore del Sistema Museale UniPa, Maria Concetta Di Natale e Evelina De Castro.

L’iniziativa, che trae origine dalla mostra “Il Museo dell’Università – Dalla Pinacoteca della Regia Università di Palermo alla Galleria di Palazzo Abatellis” avviata nel 2016 prosegue nella ricostruzione storica delle pubbliche collezioni museali della città ed è, come l’ha definita lo stesso Sgarbi, uno dei “preludi” di attività culturali proposti dalla Regione nell’anno di Palermo Capitale della Cultura.

L’istituzione di un ponte ideale e fattivo, ha sottolineato l’assessore uscente, tra la Regione e il capoluogo è stata una scelta doverosa e produttiva che, in soli tre mesi, ha già dato dei risultati che permetteranno alla Sicilia, e al Sud in generale, di poter alzare la testa in nome della cultura.

Palermo, infatti, ha sottolineato Sgarbi è finora l’unica città in cui si sente lo spirito e l’anima giusti per rispondere pienamente all’incarico di Capitale della Cultura e aver tirato fuori dai depositi testimonianze importanti dell’arte, già patrimonio della città, è dimostrazione della “gioia del senso dell’essere Stato”.

L’Università, inoltre, che è parte della vita formativa di una città, nell’inaugurare la Quadreria estende idealmente gli spazi di Palazzo Abatellis e, storicamente, si riprende il ruolo di primo espositore di opere siciliane di un certo valore obliato dal tempo.

Sgarbi, comunque, rimarrà protagonista di altre grandi iniziative già in cantiere avendo assunto l’incarico, a titolo gratuito, di consulente per la Regione.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin