Luminarie, decorazioni e giocattoli dannosi: sequestrata 50mila euro di merce natalizia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Messina

oltre 250.000 i prodotti potenzialmente nocivi

Luminarie, decorazioni e giocattoli dannosi: sequestrata 50mila euro di merce natalizia

di
30 Dicembre 2016

Tra luminarie natalizie, addobbi per presepe, prodotti elettrici, accessori e giocattoli la guardia di finanza di Messina ha sequestrato oltre 250.000 prodotti potenzialmente nocivi, privi dei certificati di origine e dei requisiti di conformità e sicurezza. I prodotti non erano provvisti delle istruzioni per l’uso e delle informazioni sulla composizione chimica, le caratteristiche tecniche, la produzione e il confezionamento e questi sono tutti elementi necessari per consentire una valutazione degli eventuali effetti dannosi e ad assicurare i minimi standard di funzionamento per prodotti alimentati ad elettricità.

Inoltre, su alcuni articoli è risultata apposta una marcatura “CE” irregolare. I militari hanno eseguito le contestazioni di carattere amministrativo a carico di tre responsabili. La merce sequestrata era esposta in vendita in diversi esercizi commerciali e destinata ad un’ampia platea di consumatori e una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 50.000 euro.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.