M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo :ilSicilia.it

La riflessione di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

di
4 Dicembre 2020

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro.

Il risultato delle elezioni regionali siciliane e delle successive elezioni politiche, avevano fatto credere che fosse nata una forza politica in grado di governare l’Italia. Invece, si è rivelata una grande bluff. Tutti quegli elettori che avevano esultato, pensando che la politica fosse stata messa di fronte alle sue responsabilità e quindi bocciata, saranno costretti a ricredersi. Anzi, parafrasando il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, a proposito dei calabresi che votarono Jole Santelli nonostante sapessero che era affetta da un tumore, si potrebbe dire: avete votato M5s e questi sono i rappresentanti che vi meritate. Gente senza una vaga idea dello Stato, incapace di amministrare un condominio, che teorizza la decrescita felice, ovvero meglio tutti più poveri piuttosto che professionisti benestanti grazie al proprio lavoro. Meglio il reddito di cittadinanza che il riconoscimento del merito di chi si impegna e contribuisce a rendere grande il nostro Paese.

La rottura era nell’aria da tempo, Alessandro Di Battista ha organizzato le cose per bene, riuscendo a mettere in difficoltà il suo ex sodale Luigi Di Maio. Certo, ci saranno tentativi per fare rientrare la protesta che ha fatto implodere il M5s, ma la disfatta si annuncia inarrestabile. Saranno giorni difficili per il premier Giuseppe Conte che potrebbe improvvisamente essere disarcionato dalla carica più alta di Palazzo Chigi. Se crisi di governo dovrà essere meglio che sia immediata, prima dell’inizio della programmazione del recovery fund. Ciò eviterebbe ritardi, ma soprattutto pasticci.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin