La vita dei 5 stelle ai raggi X per scoprire la loro grafia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Analisi grafologica acquisita dalla Procura di Palermo

La vita dei 5 stelle ai raggi X per scoprire la loro grafia

di
12 Dicembre 2016

Nuove indiscrezioni sul caos ‘firme false’ del M5S; un consulente, incaricato dal pool di magistrati che segue l’inchiesta, si occuperà dell’analisi grafologica per confrontare la scrittura degli attivisti indagati con quelle apposte nelle liste delle comunali del 2012 di Palermo.

Ci sono, infatti, i vecchi documenti universitari e le dichiarazioni allegate alla candidatura tra i documenti acquisiti della Procura di Palermo per la comparazione grafica necessaria a capire chi copiò le firme a sostegno della lista dei 5Stelle. La pm Claudia Ferrari, visto il rifiuto della maggior parte degli indagati di rilasciare saggio grafico, ha dovuto rovistare a fondo tra le carte per trovare scritti idonei al confronto.

claudia-la-rocca-italia5stelle-702x336Gli indagati iscritti nel registro dalla magistratura sono 13: gli unici che hanno accettato di rilasciare il saggio grafico sono i due parlamentari regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, che peraltro collaborano con i magistrati e hanno raccontato tutti i particolari della vicenda, gli attivisti Stefano Paradiso e Giuseppe Ippolito e Samantha Busalacchi, che pur rifiutandosi di rispondere ai pm, probabilmente colta di sorpresa ha acconsentito al rilascio.

In silenzio davanti ai magistrati, ma contrari alla perizia calligrafica, molti attivisti grillini: Riccardo Nuti, ex capogruppo pentastellato alla Camera, Pietro Salvino e la moglie Claudia Mannino, deputata nazionale, oltre a Francesco Menallo, la deputata nazionale Giulia Di Vita e Riccardo Ricciardi, marito della parlamentare Loredana Lupo, colpevole di avere depositato in tribunale la lista con le firme false. Centinaia i cittadini che hanno disconosciuto le firme che sarebbero state ricopiate dalle originali, secondo la ricostruzione dell’accusa, per ovviare a un errore formale che le aveva rese inutilizzabili.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin