"Madonie, un futuro possibile". A Castelbuono un incontro per strategie di sviluppo del territorio :ilSicilia.it
Palermo

Il dibattito al Municipio del comune madonita

“Madonie, un futuro possibile”. A Castelbuono un incontro per strategie di sviluppo del territorio

di
12 Settembre 2017
Mario Cicero – Sindaco di Castelbuono
Mario Cicero – Sindaco di Castelbuono
Giuseppe Ferrarello – vicesindaco di Gangi
Giuseppe Ferrarello – vicesindaco di Gangi
Maurizio Scaglione
Daniela Fiandaca – Vice Sindaco di Castellana Sicula
Giovanni Faletra - imprenditore, gestore del Rifugio Marino di Piano Battaglia
Bartolo Vitale e Angelo Puccia

Ieri sera, presso l’Aula Consiliare del Municipio di Castelbuono, organizzato dal movimento Democratici per Castelbuono, si è svolto un vivace dibattito, dal titolo “Madonie, un futuro possibile”, sulle prospettive politiche ed organizzative delle Madonie in relazione all’attività legata alle strutture sovracomunali operanti nel territorio.

Dalla S.N.A.I. (Strategia Nazionale Aree Interne), inaugurata nel settembre 2012 dal Ministro per la Coesione, con il supporto di un Comitato Tecnico Aree Interne costituito alla scopo. Ne fanno parte il Ministero dei Beni Culturali, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministero del Lavoro, il Ministero dell’Istruzione, il Ministero della Salute, il Ministero Infrastrutture e Trasporti, l’UPI, l’ANCI, l’UNCEM, l’INEA, l’ISFOL e l’ISMEA.

La programmazione attualmente prevede interventi, anche economici, nell’arco di tempo 2014-2020, ai Comuni aderenti all’Unione dei Comuni (L’Unione dei Comuni delle Madonie è un accordo di Partenariato tra 16 Comuni con due linee di intervento essenziali: i servizi gestiti in forma associata ed esperienze di programmazione territoriale concertata. L’Unione è diventata “strategica” poiché in una precisa sezione dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, per l’impiego dei fondi strutturali e di investimento europei, si stabilisce, con grande enfasi, che le aggregazioni di comuni contigui saranno considerate partner privilegiati per definizione delle strategie di sviluppo locale), dall’imprenditoria turistica a quella della comunicazione, l’incontro ha inteso mettere a confronto il “sapere e il saper fare” perché inizino a parlare con lo stesso linguaggio.

Politici ed imprenditori hanno offerto una elaborazione politica, al numeroso pubblico, che non è stata soltanto una fotografia del presente dell’ampio e ricco territorio, quanto piuttosto un dibattito sull’insieme delle opportunità, istituzionali, culturali ed economiche, che nell’immediato futuro possono vedere le Comunità come protagonista delle strategie di sviluppo delle Madonie.

Sono intervenuti:

Mario Cicero – Sindaco di Castelbuono;

Giuseppe Ferrarello – Referente d’area S.N.A.I. Madonie;

Daniela Fiandaca – Vice Sindaco di Castellana Sicula

Angelo Puccia – Consigliere Comunale gruppo “Democratici per Castelbuono”;

Maurizio Scaglione – Direttore Editoriale de “ilSicilia.it”;

Giovanni Faletra – imprenditore, gestore del Rifugio Marino di Piano Battaglia;

Bartolo Vitale – consulente della Coop Maestraele, Campeggio di Munciarrati Isnello.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.