Madonie, una "legge sulla montagna" che favorisca le "zone franche" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Si chiede l'approvazione del DDL 981/15.

Madonie, una “legge sulla montagna” che favorisca le “zone franche”

di
12 Luglio 2017

I Centri Commerciali Naturali di Gangi, Petralia Sottana, Polizzi Generosa e Nicosia, Confesercenti e Cgil Madonie, Casartigiani Palermo, il coordinamento regionale dei Borghi più Belli d’Italia e l’Associazione “Il Caleidoscopio” insieme per chiedere l’immediata definizione dell’iter parlamentare del DDL 981/15. Una legge sulla Montagna che favorisca, in Sicilia, l’istituzione delle Zone Franche Montane.

Una vera e propria emergenza, secondo i soggetti sostenitori del DDL 981/2015, che giace da oltre 800 giorni negli uffici di Palazzo dei Normanni: le aree interne dell’isola, infatti, sono caratterizzate da un preoccupante e crescente processo di desertificazione, che pone a rischio tutte le attività produttive, dall’agricoltura al turismo.

Alla necessità di dotare la Sicilia di una legge ad hoc è dedicata la conferenza stampa che si terrà giovedì 13 luglio all’Ars, per sensibilizzare la deputazione regionale a portare in aula la proposta legislativa.

L’incontro tra i soggetti che promuovono l’iniziativa e i giornalisti si terrà a partire dalle 11:00, presso la Sala Stampa: nel corso della mattinata, saranno illustrati i benefici che lo strumento legislativo potrebbe determinare una volta definito, contribuendo a bloccare, come sottolineano i sostenitori del DDL, il drammatico processo di impoverimento delle aree interne dell’isola.

Non soltanto. Secondo i soggetti che sollecitano l’istituzione delle Zone Franche Montane, infatti, «lo strumento darebbe dignità alla legislatura in corso». Sì, perché il DDL 981/15, denominato appunto Legge sulla Montagna, è stato approvato all’unanimità dalla Commissione Attività Produttive dell’ARS il 16 aprile del 2015; il 27 aprile dello stesso anno, venne votata dall’Aula, sempre all’unanimità, la richiesta di procedura d’urgenza a trattare la proposta di legge.

«Dotare la Sicilia di una Legge sulla Montagna che favorisca l’istituzione delle Zone Franche Montane è diventata un’emergenza», affermano gli operatori delle alte Madonie.

«Montanità e insularità sono sinonimi di fragilità multipla del sistema di sviluppo dell’entroterra della nostra Sicilia – precisa Salvatore Bartolotta, coordinatore regionale dei Borghi più belli d’Italia –  ed è all’insegna di questa consapevolezza che risulta necessario cambiare strategia politica per riportare i giovani in montagna attraverso politiche di defiscalizzazione ed una valorizzazione seria delle risorse endogene».

Alla conferenza stampa interverranno i presidenti del Parco delle Madonie, dei Nebrodi e dell’Etna. Prevista inoltre la presenza di Maria Lo Bello, vice presidente della Regione, dell’assessore Bruno Marziano (primo firmatario del DDL) e di Mariella Maggio, presidente della commissione Territorio e Ambiente.

Sono stati invitati a fornire il loro contributo al dibattito anche sindaci, amministratori e deputati nazionali e regionali.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin