Mafia: boss vietò a bimba di partecipare a corteo per Falcone e Borsellino | L'INTERCETTAZIONE :ilSicilia.it
Palermo

l'audio

Mafia: boss vietò a bimba di partecipare a corteo per Falcone e Borsellino | L’INTERCETTAZIONE

di
20 Luglio 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“Noi non ci immischiamo con Falcone e Borsellino… queste vergogne… alla Magione, la’ sono nati e cresciuti, i cornuti la’ sono nati”. Non usa mezzi termini Maurizio Di Fede, uomo della famiglia mafiosa di Roccella arrestato stanotte dalla polizia, rivolgendosi alla mamma di una bimba di 7 anni che avrebbe dovuto partecipare alle celebrazioni per commemorare la strage di Capaci, in cui cosa nostra uccise il giudice Giovanni Falcone, la moglie (anche lei giudice) Francesca Morvillo e tre agenti di scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.

Il fatto risale al 15 maggio 2019 – emerge dalle indagini coordinate dalla DDA di Palermo – e evidenzia l’astio di Di Fede nei confronti dei giudici e di conseguenza anche nei confronti della mamma e della stessa piccola: “Se gli mandi la bambina sei una sbirra – disse urlando – … noi non ci immischiamo con Falcone e Borsellino – insisteva rivolgendosi alla mamma che sottolineava come la figlia ci tenesse ad andare assieme alla classe – non ti permettere io mai gliel’ho mandato mio figlio a queste cose…”. A pochi giorni dall’evento, il 21 maggio 2019, Di Fede riprende l’argomento e il tenore e’ sempre lo stesso: “E’ a Magione, che la’ c’e’, perche’ la sono nati e cresciuti, i cornuti la’ sono nati – dice il boss intercettato rivolgendosi alla mamma della piccola – l’ha, l’ha speciale questa scuola… ci devo andare a parlare con questo preside di questa scuola… gli devo dire ma siete tutti una massa di carabinieri qui?”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro